IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, al Priamar tre importanti eventi scientifici con l’Ordine dei Medici della provincia

Dal 2 al 16 febbraio si ritroveranno a Savona più di 250 medici provenienti da tutto il territorio nazionale

Savona. Dal 2 al 16 febbraio la fortezza del Priamar di Savona verrà “pacificamente invasa” da più di 250 medici provenienti da tutto il territorio nazionale, che si incontreranno a Savona in occasione di tre importanti eventi scientifico-culturali, patrocinati (tra gli altri) dall’Ordine dei Medici della provincia di Savona, dall’ASL2 Savonese, dal LymphoLab e dall’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.

La giornata di sabato 2 febbraio si aprirà con il congresso “I Maestri del passato conoscevano il futuro? Storia e attualità della FleboLinfologia italiana” organizzato dal dottor Alberto Macciò, èresidente del LymphoLab. Presso l’auditorium della Sibilla in mattinata si celebreranno i grandi maestri del ‘900 che, con la loro lungimiranza e con il loro instancabile lavoro di ricerca, hanno tracciato vie ed indicato percorsi tutt’oggi seguiti nello studio e nella cura delle malattie della circolazione linfatica e venosa. Nel pomeriggio approfittando della presenza di molti tra i più grandi specialisti in materia e di alcuni presidenti di società scientifiche internazionali il programma si orienterà verso il futuro e a molti giovani medici sarà concesso di porre domande a proposito di come sarà la medicina nei prossimi decenni.

Nel pomeriggio di sabato 2 febbraio alle ore 17.30, presso il settecentesco Palazzo del Commissario, verrà inaugurata poi la mostra “Medicina: una Storia, tante storie”, aperta al pubblico durante le due settimane successive. Il percorso espositivo alterna antichi strumenti medicochirurgico-radiologici, preziosi libri, manoscritti e manuali, vasi, mortai ed altri presidi farmaceutici dei secoli passati e pannelli che riportano le tante “Storie” che questa disciplina ha raccontato (e sa ancora raccontare). L’evento si pregia della direzione artistica dell’architetto Nicoletta Negro, del coordinamento di Cinzia Brignone (e della segreteria dell’Ordine dei Medici di Savona) e della preziosa collaborazione con l’Università di Pavia: utilizzando un app di realtà aumentata, i visitatori potranno scoprire anche i capolavori presenti nel Museo di Storia della Medicina Pavese, pur trovandosi nelle sale del Priamar.

Sabato 16 febbraio chiuderà il ciclo di appuntamenti l’ulteriore Congresso “Sulle spalle dei Giganti: la storia, l’attualità ed il futuro della medicina (condivisi in un social network)”, al quale potranno partecipare tutti coloro che guardano con interesse alla storia della medicina: “L’idea di creare un gruppo Facebook che permettesse ai medici e agli operatori della sanità di condividere curiosità medico-scientifiche, articoli di storia della medicina e quiz su terminologie rare appartenenti alla semeiotica medico-radiologica, è nata per caso nel 2015. Ad oggi il gruppo (Antichi Termini di Semeiotica Medica e Radiologica) conta più di 1800 iscritti e condivide quotidianamente le storie dei personaggi che hanno maggiormente contribuito con le loro scoperte e i loro studi al progresso della scienza medica (i Giganti della Medicina, come ci piace definirli)”.

Il coordinamento scientifico è stato curato dai dottori Duccio Buccicardi, Matteo Caiti, Alberto Macciò, Luca Corti e Federico Baricalla (che interverranno attivamente nei lavori congressuali).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.