IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santa Corona, De Vincenzi (Pd): “Serve subito un angiografo, basta tagli all’ospedale pietrese”

L'esponente Dem torna all'attacco sulla sanità: "Regione e Asl ne comprino uno, l'Emodinamica non può attendere..."

Pietra Ligure. “Il reparto di emodinamica del Santa Corona ha bisogno urgentemente di un nuovo angiografo: l’unico a disposizione, oltre a essere vecchio, si rompe con una certa frequenza e ora anche durante gli interventi. La Regione e l’Asl ne acquistino uno al più presto, ne va della salute e della sicurezza dei pazienti”.

A lanciare l’allarme, in seguito dell’ennesimo disservizio sanitario all’ospedale di Pietra Ligure, è il vicepresidente del Consiglio regionale e consigliere del Partito Democratico Luigi De Vincenzi.

“Non vorrei che l’assessore Viale bollasse, come suo solito, questa mia denuncia come frutto di una banale polemica politica – precisa l’esponente del Pd – perché chiunque conosca il Santa Corona, a partire dai pazienti e dal personale sanitario, sa che da qualche anno a questa parte il servizio è peggiorato gradualmente. La colpa non è certo di medici e infermiere che, anzi, grazie alla loro professionalità, riescono costantemente a rimediare alla carenze tecniche di cui è vittima il presidio sanitario. Il problema è il depauperamento continuo dei servizi”.

La vicenda dei macchinari fuori uso al Santa Corona, continua De Vincenzi “è nota da tempo. Già l’anno scorso avevo denunciato il malfunzionamento di alcune importanti apparecchiature, diffondendo la fotografia dei due ecocardiografi, costantemente rotti abbandonati nelle corsie di cardiologia. In quell’occasione l’allora direttore generale dell’Asl 2 Porfido aveva polemizzato con me (che avevo avuto l’unica colpa di diffondere le preoccupazioni di medici e infermieri) senza mai ammettere la verità. Adesso però sono direttamente i medici della cardiologia interventistica, più che mai preoccupati ed esasperati, a lanciare l’allarme, visto che pochi giorni fa, l’unico angiografo presente presso l’emodinamica e cardiologia interventistica si è rotto, cosa gravissima, nel corso di un intervento alle coronarie. Parliamo di uno strumento vitale per i pazienti di questo reparto”.

De Vincenzi chiede un intervento immediato, che dia un segnale forte alla cittadinanza. “Il Santa Corona è un Dea di II livello – spiega il consigliere regionale del Pd – e non può restare senza angiografo. Lungi da me voler fomentare la competizione già troppo marcata fra i due ospedali, ma vorrei rilevare che al San Paolo di Savona, Dea di primo livello, per esempio, pare che gli angiografi siano tre, di cui uno nuovo. Perché l’emodinamica di Pietra Ligure deve averne uno solo, vecchio e per di più mal funzionante? Verrebbe da credere che questo continuo depotenziamento faccia parte di una strategia precisa per declassare il Santa Corona, cosa che, peraltro, denuncio da tempo. Ma visto che l’assessore Viale continua a negare questa tendenza, dia un segnale concreto e proceda all’acquisto di angiografo per l’emodinamica. Non era possibile, vista la situazione di estrema emergenza e trattandosi di un macchinario vitale per la salute dei pazienti, procedere, secondo le norme di legge, con l’acquisto diretto senza gara? Non è già stato fatto in altri casi? L’assessore valuti anche questa possibilità, ne va della vita dei pazienti”.

“Nel frattempo presenterò un’interpellanza in Consiglio regionale per verificare lo stato, il numero e i tempi di acquisizione degli angiografi presenti nei presidi ospedalieri dell’Asl 2 e per accertarne i criteri di assegnazione e la congruenza con le priorità dell’ospedale Santa Corona, in quanto sede di Dea di II livello e non vorrei che, anche questa volta, qualche solone leghista riducesse la mia denuncia a mera propaganda elettorale” conclude l’esponente Dem.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.