IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Pd ligure all’attacco: “Toti e Viale pensano solo a privatizzare”

L'allarme: "La nostra regione perde punti nella classifica nazionale del Ministero"

Regione. “Un’altra brutta notizia per la sanità ligure amministrata dal trio Toti-Viale-Locatelli. Dopo l’aumento della spesa per la mobilità passiva cioè più fughe (da meno 35 milioni nel 2014 a -50 nel 2016), dopo che il percorso di risanamento del deficit è slittato dal 2020 al 2022 perché i conti sono peggiori delle attese, dopo i tagli al personale e quindi ai servizi e la stretta sugli enti che gestiscono le strutture residenziali per anziani, disabili e minori, ora la classifica annuale del Ministero della Salute sui Livelli Essenziali di Assistenza per l’anno 2017 certifica che la Liguria perde due posizioni e scivola al nono posto dopo che nel 2015, ultimo anno del centrosinistra, era arrivata al sesto”. A lanciare l’allarme è il Gruppo consiliare Pd Regione Liguria.

“Quindi perdiamo colpi e purtroppo anche pezzi. L’unica cosa che va avanti sono le privatizzazioni. Vogliono privatizzare tutto: ospedali di base, il nuovo ospedale agli Erzelli, le pubbliche assistenze e da ultimo anche il servizio di eliambulanza.
Che questo sia nell’interesse dei liguri abbiamo forti dubbi. Che sia nell’interesse di grandi gruppi lombardi direi che è altrettanto evidente” proseguono dal Partito Democratico.

“Noi continueremo a batterci per un altro modello di sanità che punti davvero sulla qualità, sulle eccellenze liguri che ci sono in ogni settore, su servizi territoriali potenziati e su ospedali in cui l’efficienza non voglia dire minori servizi. E per un pubblico che si integra con il privato e non ne viene sostituito. Perché alla fine quando il pubblico si indebolisce a rimetterci rischia di essere la salute dei liguri” concludono dal Pd ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.