IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, sviluppo della raccolta differenziata: 561 mila euro ai comuni savonesi

Provvedimento della giunta regionale. Vaccarezza: "Nella programmazione anche più sensibilizzazione verso la cittadinanza"

Provincia. Saranno 561 mila euro i fondi destinati dalla Regione Liguria al savonese per lo sviluppo della raccolta differenziata dei rifiuti. La giunta regionale ha stabilito la programmazione delle risorse economiche relative al 2018.

Gli interventi finanziabili riguardano: progettazione e/o acquisto di attrezzature previste da sistemi organizzati di raccolte differenziate domiciliari, porta a porta o di prossimità, inclusi supporti per l’applicazione della tariffazione puntuale; opere connesse alla realizzazione o ampliamento di isole ecologiche comunali comprese in sistemi organizzati di raccolta differenziata; acquisto di attrezzature finalizzate al riciclaggio in loco della frazione organica prodotta tramite sistemi di compostaggio domestico o di comunità.

“I programmi dovranno comprendere attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza a supporto degli obiettivi del progetto – spiega il capogruppo FI Angelo Vaccarezza -. Al fine dell’ammissibilità al finanziamento i Comuni devono prevedere un cofinanziamento minimo complessivo non inferiore al 10% del costo totale dell’intervento. Per ogni intervento il contributo massimo concedibile è pari a 250.000 euro, al netto del cofinanziamento”.

Sono ammesse a contributo le spese di investimento relative a: progettazione di sistemi organizzativi /nuovo sistema di raccolta differenziata; acquisto di materiali e spese per azioni di informazione e sensibilizzazione; acquisto di attrezzature fisse e/o mobili e mezzi di trasporto per i servizi di raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti urbani e assimilati o attrezzature per il compostaggio domestico o di comunità; spese relative alla realizzazione di nuove infrastrutture o al potenziamento delle infrastrutture esistenti; miglioramenti e innovazioni nella gestione dei rifiuti del settore produttivo; altre spese a titolo di investimento per implementazione servizi.

“Prioritariamente le risorse verranno destinate al finanziamento dei programmi comunali presentati nel 2018 ancora in graduatoria e non finanziati o finanziati parzialmente” conclude Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.