IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Neve sulla Liguria, Ferrovie Italiane: “Attivata la fase di emergenza lieve”

Circa 450 dipendenti del Gruppo e delle ditte appaltatrici pronti a intervenire per garantire la mobilità ferroviaria

Regione. In Liguria è stata attivata la fase di emergenza lieve, fino alla prima parte della mattina di domani (giovedì 24 gennaio 2019), in attesa delle evoluzioni meteo previste in graduale miglioramento nel corso della giornata.

L’offerta ferroviaria è confermata in tutte regioni ad esclusione della Liguria. I servizi commerciali potranno essere ridotti o subire modifiche in base all’eventuale peggioramento delle condizioni meteo.

Domani, infatti, a causa delle nevicate che continueranno nel corso della notte, saranno fatte riduzioni puntuali del servizio regionale, nella prima parte della giornata e sulle linee: Genova – Ovada – Acqui Terme e Genova – Arquata Scrivia – Novi Ligure. Non è interessato il traffico ferroviario media e lunga percorrenza.

Generica

Il Gruppo FS Italiane “ha già predisposto il monitoraggio costante dell’infrastruttura ferroviaria, per assicurarne l’efficienza e garantirne la piena disponibilità per i servizi delle imprese ferroviarie e, quindi, la mobilità delle persone”. Per far fronte in maniera tempestiva a eventuali criticità provocate nelle prossime ore dal maltempo saranno attivi i Centri operativi territoriali nelle regioni interessate, coordinati dalle Sale Operative centrali di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia.

Le principali azioni previste dal Gruppo FS Italiane: presidi tecnici degli impianti nevralgici, con particolare attenzione ai nodi urbani ferroviari; corse raschia-ghiaccio, per mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni; allertato il personale delle ditte appaltatrici per garantire la piena operatività degli spazi di stazione aperti al pubblico.

In Liguria e Piemonte sono circa 450 i dipendenti del Gruppo FS Italiane e delle ditte appaltatrici pronti ad intervenire per assistere le persone e garantire la mobilità ferroviaria. Oltre 350 persone, fra operatori della circolazione, tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici, sono pronte ad intervenire in caso di necessità per eseguire specifici controlli sull’infrastruttura e attività di monitoraggio sugli impianti ferroviari.

Trenitalia ha previsto “misure tecniche e organizzative specifiche per garantire la mobilità delle persone, con locomotive e treni diesel di soccorso pronte a intervenire in caso di peggioramento delle condizioni meteo. Previsto inoltre il potenziamento dei servizi di assistenza ai viaggiatori nelle stazioni interessate con circa 70 addetti per assistere e fornire informazioni sulla riprogrammazione dei servizi di trasporto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.