IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La figlia del comandante savonese Aonzo taglia il nastro: varata nave “Schergat” foto

La dottoressa Rosa Anna Aonzo, figlia dell'eroe di Premuda e socia onoraria dei Marinai Savonesi, è stata chiamata a partecipare alla cerimonia dall'ammiraglio Girardelli

Savona. E’ stato un varo che ha parlato anche savonese quello della Nave Spartaco Schergat, la nona fregata europea multimissione (FREMM) della flotta della Marina Militare, avvenuto sabato nello stabilimento Fincantieri a Riva Trigoso. La madrina della cerimonia era infatti Anna Rosa Aonzo Grillo, figlia del comandante savonese Giuseppe Aonzo, eroe di Premuda.

aonzo schergat

Presente anche una delegazione del Gruppo Anmi “Vanni Folco” di Savona guidata dal presidente Luca Ghersi che, in riferimento all’evento, ha precisato: “E’ motivo particolare di soddisfazione, gioia ed orgoglio il fatto che la madrina sia stata la DR.ssa Rosa Anna Aonzo, nostro Socio Onorario, figlia del nostro concittadino GM Giuseppe Aonzo MOVM Eroe di Premuda. Molto delicato, preciso e puntuale il tratteggio delle Sue gesta e del Suo carattere che il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Valter Girardelli ha voluto dedicargli nella Sua allocuzione. Finalmente questo Eroe silenzioso e dimenticato è stato riportato al rango dei Grandi Eroi che hanno fatto la Storia della nostra Marina e della nostra Patria. Grazie Ammiraglio Girardelli. Lunga vita a Nave Schergat ed ai suoi equipaggi per una lunga attività operativa piena di successi e soddisfazioni”.

Il varo di sabato ha permesso, seppur virtualmente, a due eroi, Spartaco Schergat e Giuseppe Aonzo, che hanno avuto un ruolo importante per le nostre forze armate rispettivamente della seconda e prima guerra mondiale, di incontrarsi virtualmente a Riva Trigoso. Il primo, Spartaco Schergat, ha dato il nome alla nave, il secondo era “presente” appunto con sua figlia Anna Rosa Aonzo Grillo, che ha tagliato il nastro, dando il via così alla rottura della bottiglia sullo scafo. Una tradizione che rimane la stessa negli anni seppure supportata da moderne tecnologie.

Nave Spartaco Schergat è la nona fregata europea multimissione (FREMM) delle dieci previste per sopperire alla crescente vetustà della flotta della Marina Militare. Entrerà “in servizio” nel 2020 dopo un anno di allestimento che verrà completato nello stabilimento di Muggiano di Fincantieri.

“Queste fregate – ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Valter Girardelli – sono progettate e realizzate per poter essere impiegate in vari contesti operativi; grazie alle caratteristiche e potenzialità, sono in grado di fornire un contributo di notevole importanza nelle diverse missioni assegnabili. Per le loro capacità di scoperta e per i sistemi di bordo sono in grado di svolgere sia ruoli prettamente tradizionali sia a supporto della collettività in un’ottica di duplice uso”.

Nave Schergat è lunga 144 metri, larga 19,7 metri con un dislocamento a pieno carico di circa 6.700 tonnellate. Può raggiungere una velocità superiore ai 27 nodi con una capacità massima di personale trasportato pari a 200 persone.

“Fincantieri è sempre stata vista come quella che assembla ferro, ma non si sa quanta tecnologia c’è dentro” ha detto l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, a significare l’elevato livello di innovazione e che queste unità intrinsecamente rappresentano.

Dopo i discorsi la madrina, commossa, ha dato il via al taglio del nastro, mentre ancora riecheggiavano le parole tanto care al Comandante Aonzo, ricordate nel suo discorso dall’ammiraglio Girardelli: “Dio, patria e famiglia gli scopi della mia vita; onestà, lealtà e dovere le mie leggi; il mare la mia poesia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.