IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
» elezioni europee 2019 «circoscrizione I : ITALIA NORD-OCCIDENTALE VAI ALLO SPECIALE
circoscrizione I : ITALIA NORD-OCCIDENTALE
Aggiornamento: 27 maggio ore 14:05

Giovane deruba e schiaffeggia la ex, 52enne danneggia auto per strada: due arresti ad Albenga

Anche durante l'Epifania i carabinieri hanno proseguito l'attività di controllo del territorio

Più informazioni su

Albenga. Anche durante l’Epifania si sono registrati numerosi controlli ed interventi da parte delle pattuglie dei carabinieri di Albenga. I militari hanno messo a segno nella città ingauna altri due arresti, avvenuti ieri in flagranza di reato.

Un 23enne di Imperia (ma residente ad Albenga) è stato arrestato nella tarda mattinata di ieri quando una pattuglia della sezione Radiomobile di Albenga è immediatamente intervenuta per una rapina segnalata ai danni di una 20enne di Celle Ligure. A sottrarle con violenza lo smartphone era stato l’ex fidanzato: al termine di una lite furibonda la vittima, secondo quanto riferito dai militari, sarebbe stata aggredita con schiaffi al volto e lasciata dolorante a terra con evidenti ematomi al viso.

Il 23enne avrebbe tentato a quel punto di fuggire con il cellulare di lei, ma una pattuglia dell’Arma stava perlustrando il territorio proprio in quella zona ed è pertanto riuscita a bloccare immediatamente il fuggitivo, che ha tentato invano di disfarsi del telefono della ragazza. Il giovane sarà processato oggi per direttissima in Tribunale a Savona.

Nel corso del pomeriggio un’altra pattuglia di carabinieri della sezione Radiomobile è intervenuta davanti all’Istituto Trincheri, dove un uomo in evidente stato di ebbrezza stava danneggiando alcune autovetture parcheggiate sulla via. All’arrivo dei militari l’uomo, un imperiese di 52 anni residente ad Andora, avrebbe tentato di aggredirli. I carabinieri lo hanno bloccato e arrestato. Anche per lui è previsto questa mattina il processo per direttissima. L’individuo era inoltre sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora ad Andora.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.