IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Futuro della caserma, i vigili del fuoco incontrano il sindaco. Approfondimenti sull’ipotesi di una porzione della Turinetto

Cangiano: "Competenza non del Comune, ma del Ministero. Ipotesi Turinetto concreta ma disponibili a valutare altre soluzioni”

Albenga. Locali vecchi a logori, dove abbondano le crepe e scarse condizioni di sicurezza. Sono questi i motivi che hanno spinto i vigili del fuoco di Albenga, tempo addietro, ad iniziare una “battaglia” per ottenere una nuova sede, “dignitosa e a norma”.

Tanti sono stati gli incontri, i dialoghi fitti che hanno coinvolto anche l’amministrazione generale dei vigili del fuoco, la Regione, il Governo e il Comune, che, nonostante non abbia potere decisionale in tal senso, si è comunque fatto promotore e portavoce delle esigenze dei pompieri (basti pensare che la caserma albenganese offre servizio a oltre 30 Comuni della Riviera).

E questa mattina (9 gennaio 2019) è andato in scena, nel palazzo del Comune di Albenga, un nuovo incontro tra i rappresentanti dell’Usb dei vigili del fuoco e il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano che, al termine, ha spiegato: “La caserma dei vigili del fuoco, situata a Vadino, presenta tanti, troppi problemi ed è giusto e doveroso che i pompieri chiedano una sede adeguata. Le opzioni sono due: rimettere a nuovo l’attuale oppure costruirne una nuova, la soluzione forse migliore. In tal senso ci è stata richiesta la disponibilità di una porzione della caserma Turinetto, dove sorgerà anche il polo scolastico, e noi abbiamo acconsentito”.

“La competenza non è del Comune, ma da tempo seguiamo la situazione e abbiamo instaurato un ottimo rapporto di collaborazione con il comandante provinciale. Vogliamo farci promotori di un incontro con il Ministero e sollecitiamo l’invio di tecnici ministeriali per analizzare l’area e capire la fattibilità del progetto. Se la soluzione Turinetto dovesse essere bocciata, non abbiamo preclusione per nessun altra ipotesi. Se ne potrà discutere, ma l’obiettivo comune e unico deve essere quello di fornire ai nostri vigili del fuoco una struttura a norma e adeguata alle loro esigenze”, ha concluso il primo cittadino ingauno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.