IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Erasmus +, Cesavo in prima linea: i progetti delle associazioni savonesi

Grazie al network Volonteurope e APYN che le associazioni savonesi possono partecipare a programmi europei

Savona. Martedì 5 febbraio è la prima scadenza del 2019 per presentare progetti con il programma Erasmus+ della Commissione Europea. Molte le organizzazioni del terzo settore che in questi giorni compilano on-line i formulari e scelgono le partnership più adeguate.

Erasmus + è il programma europeo più conosciuto e utilizzato e permette a tutti i cittadini europei di ogni età di fare una esperienza di mobilità nell’ambito dell’istruzione, la formazione, l’apprendimento permanente, gli scambi giovanili, la cooperazione internazionale e lo sport. L’ultima novità sono i Corpi Europei di Solidarietà che sostituiscono ilServizio Volontario Europeo (SVE).

Il Cesavo è attivo dal 2003 con il programma Erasmus e a questa scadenza ha già depositato due progetti in partnership europea dedicati ai giovani sul tema dell’abuso di sostanze ed alcool

E’ grazie alla partecipazione del Cesavo al network Volonteurope e APYN che le associazioni savonesi possono partecipare a programmi europei: i network di organizzazioni europee non servono solamente per ottenere più fondi dall’Unione Europea; servono soprattutto a verificare e confrontare la bontà dei progetti di volontariato, a condividere le migliori azioni di lavoro comune, a confrontare le strategie e proporre soluzioni migliori.

La storia, la varietà e la qualità dei progetti del volontariato savonese uniti alla sua esperienza decennale hanno permesso a Davide Pesce del Cesavo, di essere ri-eletto nel board di Volonteurope (unico italiano) per i prossimi tre anni.

Il board di Volonteurope è il consiglio d’amministrazione, l’esecutivo, di un network di una cinquantina di organizzazioni di terzo settore attivo da più di 20 anni in Europa. Il Cesavo vi aderisce dal 2005.

Davide Pesce è anche ambasciatore EPALE, la prima piattaforma online europea interamente dedicata al settore dell’educazione degli adulti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Chicci Chicci

    Ho partecipato come studente all’ Erasmus+, anno 2018
    posso dire che mi viene da mettere in dubbio le VERE finalità di queste iniziative ….