IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carige, arriva l’aiuto del governo: garanzia su nuove obbligazioni e possibile ricapitalizzazione pubblica

Il consiglio dei ministri approva nella notte un decreto che prova a salvare dai marosi l'istituto genovese

Più informazioni su

Liguria. Nella notte per Banca Carige arriva il salvagente del governo: l’esecutivo, riunitosi in serata, ha firmato un decreto per concedere all’istituto genovese la garanzia pubblica su eventuali nuove obbligazioni, e apre all’eventualità di una ricapitalizzazione pubblica.

In altre parole, per Carige si apre la possibilità di poter accedere a nuova liquidità con la garanzia dello Stato su nuovo debito o su finanziamenti erogati eventualmente dalla Banca d’Italia.

Ma non solo: per far fronte agli ultimi “esercizi di stress”, viene prevista, su eventuale richiesta della banca stessa, la possibilità di una ricapitalizzazione pubblica. Cioè lo Stato che acquista azioni dell’istituto in un eventuale aumento di capitale, per far fronte alle necessità di bilancio.

Se sarà nazionalizzazione si vedrà, quello che è certo è che l’aiuto, per ora solo reso possibile, arriverà da “pantalone”, cioè dal bilancio pubblico. Una mossa che vuole rassicurare i mercati sulla tenuta della banca stessa, evitando attacchi speculativi, e smembramenti incontrollati dell’immenso patrimonio dell’ormai ex banca dei genovesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.