IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, a tu per tu con Derio Parodi

"Ho avuto bravi maestri come Adriano Nocentini, Antonio Marcolini, Mauro Della Bianchina e Corrado Orcino. Un altro allenatore che ho sempre stimato è Leo Cusimano"

Più informazioni su

Celle Ligure. La lunga carriera, da allenatore, di Derio Parodi si è sempre contraddistinta per i valori umani, la professionalità e la capacità tecnica.

Parodi, ex portiere di talento, ha allenato a lungo nel Savona, con un intermezzo nel Millesimo, dove con i giallorossi ha tenuto testa a squadre del calibro di Imperia, Finale, Loanesi, in un campionato di Prima Categoria di alto livello. Successivamente ha allenato Albissola, Arenzano, Legino, Pietra Ligure, Varazze (portato in Eccellenza), Sassello e nuovamente l’Albissola, del presidente Mirco Saviozzi.

Il tecnico di Celle Ligure, da un paio di anni, ha deciso di interrompere la sua attività di mister… Una decisione definitiva, Derio?

“Al momento ritengo, per una serie di motivi, sia la scelta migliore, ma non nego che, in presenza di un progetto serio e gratificante, sarei di nuovo disponibile a sedermi su una panchina, perché, è inutile negarlo, gli odori dello spogliatoio e quello del campo sono un qualcosa che fa parte del DNA di un allenatore”.

In questi anni, seppur in maniera più lenta del previsto, sta prendendo corpo la figura del trainer manager, cosa pensi a tal proposito?

“Questo ruolo, a 360°, mi è sempre piaciuto, anche se, onestamente, non ho mai ricevuto proposte in tal senso, ma come si dice nella vita: mai dire mai”.

L’altro lato della medaglia, in senso negativo, è il proliferare di allenatori, che portano gli sponsor in dote alle società…

“La meritocrazia, in questi casi, è – gioco forza – calpestata. E’ un malcostume, che ha preso campo, a danno di tanti colleghi preparati, che meriterebbero di giocarsi meglio le loro chance”.

Come giudichi la regola, che – da molti anni –  impone di schierare i giovani fuori quota?

“Nei tanti anni in cui ho allenato, ho sempre visto i giovani bravi scendere in campo, a prescindere dalle regole. Purtroppo, si è, invece, portato avanti una procedura, che non è di aiuto ai ragazzi, che spesso e sovente, vengono poi lasciati al loro destino, una volta superati i termini dell’obbligatorietà del loro impiego. E a parte questo, ne è conseguito l’abbassamento del livello tecnico dei campionati di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria”.

Quali sono le persone che, a suo tempo, ti sono state di aiuto nella crescita professionale?

“Ho sempre rispettato le idee ed il lavoro di tutti i colleghi – continua Parodi – ho avuto bravi maestri, come Adriano Nocentini, Antonio Marcolini, Mauro Della Bianchina, Corrado Orcino. Con loro ho lavorato nella parte iniziale della mia carriera. Un altro allenatore, che ho sempre stimato è Leo Cusimano.

Segui i principali campionati dilettantistici?

“Non vado più al campo ad assistere alle partite – conclude il tecnico – ma seguo, da sportivo, i vari tornei e sapendo dove vuoi arrivare, con la tua domanda, ti dico che, in Eccellenza, Cairese, Vado, Imperia e Finale hanno le carte in regola per giocarsi la vittoria del campionato, mentre, in Promozione, vedo l’Ospedaletti una spanna sopra a tutti, anche se Loanesi e Bragno sono compagini competitive“.

Derio Parodi è sempre stato stimato ed apprezzato, per aver dato ai suoi giocatori una mentalità propositiva, trasmettendo, oltre ai criteri di gioco, coraggio, autostima e sicurezza, sia al singolo che al gruppo, ecco perché ci auguriamo di rivederlo al più presto alla guida di una squadra…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.