IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bombardier, il tavolo al Mise convocato per il 22 gennaio fotogallery video

Arrivata l'attesa convocazione del Ministero per la difficile vertenza

Vado Ligure. Sollecitato dalle organizzazioni sindacali di categoria è arrivata la convocazione del Mise per l’atteso vertice sulla vertenza della Bombardier, con al centro le sorti dello stabilimento di Vado Ligure.

Tra i punti dell’incontro la verifica delle azioni intraprese dall’azienda e dal gruppo per garantire la strategicità del sito produttivo di Vado Ligure, al fine di rassicurare tutti gli stakeholder, a partire da Mercitalia fino ad arrivare a Ferrovie dello Stato.

Il Ministero stesso aveva chiesto, inoltre, a Mercitalia e Ferrovie dello Stato di fornire risposte in merito alle commesse in essere e a quelle future, indicando la necessità, a tutela del sito produttivo e dei lavoratori, di poter trasferire delle produzioni dall’estero verso l’Italia.

Sulla stessa linea i sindacati di categoria che hanno ribadito la centralità di due aspetti per risolvere positivamente la vertenza: le produzioni di Mercitalia (con carichi di lavoro nel breve periodo), ma sopratutto l’alta velocità e la realizzazione di 14 nuovi treni, aspicando uno sforzo vero da parte dell’azienda e del gruppo sullo stabilimento vadese da tempo in sofferenza.

Al tavolo ministeriale, oltre ai sindacati, saranno presenti anche Regione Liguria e Comune di Vado Ligure: proprio per superare la crisi la richiesta degli stessi lavoratori e delle organizzazioni sindacali è quella di un forte pressing istituzionale per assicurare un futuro ad un sito produttivo strategico e dare prospettive alle stesse maestranze.

Il vertice al Mise è stato programmato il prossimo 22 gennaio, per le ore 11 e 30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.