Giorni decisivi

Fumata bianca per Ata spa: il tribunale accoglie il nuovo piano concordatario

Questa mattina il via libera dell'assemblea dei soci, verrà presentato in tribunale entro dopodomani

Sede ATA spa Savona

Savona. Fumata bianca per Ata spa: dopo le modifiche richieste, il giudice delegato del tribunale di Savona ha accolto il piano concordatario stilato dai vertici della società partecipata attiva nel settore della raccolta dei rifiuti.

Il piano di salvataggio prevede la costituzione di una New.co, una nuova società che si accollerà i contratti di igiene urbana e buona parte dei debiti di Ata. L’azienda continuerà ad operare (si tratta di un concordato in continuità d’impresa) mentre sul Comune di Savona graveranno gli oneri relativi al periodo post mortem della discarica di Cima Montà, che durerà 30 anni.

“Sono contento, il tanto lavoro fatto non è stato vano – commenta con soddisfazione il presidente di Ata, Alessandro Garassini – Ma ora bisogna ricominciare a lavorare: occorre mettere a punto alcuni passaggi che avremmo potuto mettere a punto solo a seguito dell’ammissione al concordato. Si tratta di questioni molto concrete e necessarie a far funzionare l’azienda da adesso fino a che durerà il periodo concordatario”.

Le “scadenze” sono molto ravvicinate: “Il 4 aprile c’è l’adunanza dei creditori chirografari, che decideranno se prestare o meno il loro assenso al concordato. E poi c’è il tema della Newco, quello della gara europa per il partner della Newco… Insomma, ci sono un po’ di cose da fare, molto impegnative e complicate, che presentano tante difficoltà tecnico-giuridico-burocratiche. Ci sono talmente tanti ostacoli che inciampare è facile. Speriamo di non inciampare. Incrociamo le dita”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e dall’assessore Silvano Montaldo: “Accogliamo con grande soddisfazione la decisione assunta dal Tribunale civile di ammettere alla procedura di concordato la nostra società partecipata Ata. Il percorso è stato complesso e articolato con l’unico obiettivo di mettere in sicurezza la continuità aziendale e la prospettiva futura della gestione dei nostri servizi pubblici attraverso l’organismo partecipato. Un respiro di sollievo anche per i dipendenti e le loro famiglie che ora riescono a intravedere un futuro”.

“Desideriamo ringraziare gli Uffici e il Cda di Ata per l’impegno profuso, ora ci attende un percorso altrettanto articolato e complesso per terminare l’iter intrapreso. La società e il Comune di Savona avranno ancora molto lavoro da svolgere per mantenere gli impegni presi, ma continueremo con tenacia e responsabilità”, concludono Caprioglio e Montaldo.

“Un’ottima notizia. Desidero esprimere la mia soddisfazione per questo risultato, unitamente ai complimenti al presidente Garassini e a tutto il cda, oltre ovviamente all’amministrazione comunale di Savona e alla Lega, forza politica che ha a cuore il territorio, difeso gli interessi dei cittadini e sempre creduto in Ata e nei suoi lavoratori, oggi sicuramente più fiduciosi. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato all’elaborazione del piano, fornitori compresi, e che hanno contribuito a raggiungere questo traguardo, che non è un punto di arrivo, ma di partenza per rilanciare una società  che per troppo tempo è stata trascurata e mal gestita. Ora si dia seguito al piano concordatario, oltre che al cambio di passo nella città di Savona, al fine di consentire anche ad Ata di essere protagonista in questo settore nel panorama della nostra provincia”, ha dichiarato il senatore della Lega Paolo Ripamonti.

Aveva dunque “ragione” l’Ad Matteo Debenedetti, che qualche giorno fa ai microfoni di IVG.it si diceva ottimista circa l’esito della procedura: “Si tratta di un’azienda che svolge un servizio pubblico e dà da vivere a 230 persone più l’indotto. Tutto ciò che era nelle possibilità nostre e del socio Comune di Savona è stato fatto: siamo speranzosi, e abbiamo piena fiducia nelle istituzioni che dovranno decidere la sorte dell’azienda”.

leggi anche
Ata Spa Savona
Buona notizia
Concordato per Ata, gruppo consiliare Pd: “Attendiamo piano di risanamento, salvaguardare i posti di lavoro”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.