IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, netto balzo in avanti sulla raccolta differenziata. Vio: “Migliorata di 10 punti percentuali grazie a Sat” foto

“Abbiamo in mente nuovi progetti per migliorare ancora, a partire da un nuovo ciclo di lezioni nelle scuole del territorio”

Albenga. La rivoluzione, in tema di rifiuti e decoro urbano ad Albenga, con l’avvicendamento tra la ditta Teknoservice e Sat, ha portato i frutti sperati. E a dirlo non è solo il Comune di Albenga, ma i dati. I numeri, difficilmente opinabili, parlano di un netto miglioramento di circa 10 punti percentuali nel giro di appena 9 mesi (il periodo in cui ha operato Sat).

Vio Albenga Sat

Il prospetto con i risultati è stato presentato questa mattina, nella sala degli Stucchi del Comune, ad opera dell’assessore all’Ambiente Mariangelo Vio, che ha anche annunciato l’intenzione di proseguire il ciclo di lezioni nelle scuole del territorio, sempre in collaborazione con Sat.

Incontri che si sono già svolti con successo nel corso del 2018 nelle scuole del Comprensivo Albenga 1. E proprio per questo motivo, alla conferenza ha preso parte anche una delegazione di bambini, accompagnati dalla professoressa Boragno, ma anche dalla dirigente dello stesso Comprensivo 1 Mara Grossi e del Comprensivo 2 Maria Rosa Villa. Presente anche Cassandra Sprenger in qualità di rappresentate Sat.

Vio Albenga Sat

“Il progetto per l’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti in Albenga è stato messo messo in campo e sta andando avanti con ottimi risultati, – ha dichiarato Vio. – Lo dimostrano i dati: a marzo 2018, ultimo mese con Teknoservice, la raccolta differenziata si attestava al 50,69 per cento, mentre a dicembre 2018, dopo 9 mesi di Sat, la percentuale è salita sensibilmente fino a superare il 60 per cento. Ad aprile 2018 abbiamo portato in discarica 143 tonnellate di rifiuto organico a fronte delle 132 tonnellate conferite a dicembre 2018. Dieci tonnellate in meno rappresentano un risparmio di circa 15mila euro per i cittadini, un’ottima notizia”.

“Il merito è di Sat, ma anche del lavoro svolto dai cittadini, grandi e piccoli. I bambini, infatti, hanno svolto un ruolo fondamentale grazie al progetto sulla differenziata messo in campo nelle scuole e hanno svolto un grande lavoro di sensibilizzazioni nei confronti delle loro famiglie. Per questo gli incontri si ripeteranno anche quest’anno e saranno estesi ad altre scuole del territorio”.

“Il lavoro di Sat e Comune, comunque, non si ferma con l’obiettivo chiaro, e ora anche più facilmente raggiungibile, del 65 per cento richiesto dall’Unione Europea. Non ci stancheremo mai di esortare i cittadini a differenziare: è un tema su cui non si deve mai mollare la presa”, ha concluso Vio.

“Io rappresento il Comprensivo Albenga 2, – ha aggiunto Villa, – e recentemente abbiamo inoltrato la richiesta al Comune per poter portare le lezioni anche da noi, visto il successo registrato nel Comprensivo Albenga 1. Vogliamo che i bambini portino a casa un’esperienza positiva e trasmettano l’importanza di questa iniziativa ai loro genitori”.

“Parlare di corretto smaltimento dei rifiuti, – ha aggiunto Grossi, – vuol dire parlare di civiltà. Ci sono tante città belle in Italia deturpate però dalla piega collegata ai rifiuti. Il progetto, che vede coinvolti anche i ragazzi, può aiutare a invertire questo trend perché parlarne a tavola, in un contesto familiare, è sicuramente più efficace che leggere qualsiasi opuscolo informativo”.

Parola, quindi, ai bambini, che hanno spiegato la loro esperienza: “L’anno scorso ci siamo impegnati a ripulire le spiagge della città mentre quest’anno abbiamo preso parte al ciclo di incontri. Ci hanno spiegato le diverse tipologie di rifiuti e come conferirli nel modo corretto. Se si conferisce male si creano danni e problemi a tutta la società. Conferire correttamente, invece, permette di tenere parchi e aree cittadine più pulite e di limitare l’inquinamento marino e terrestre. La differenziata è giusta e utile e va fatta sempre, non solo quando ci viene detto o imposto da qualcuno”.

Chiusura affidata a Sprenger, che ha spiegato: “Sat crede molto nella comunicazione e il miglioramento del servizio parte in primis dai giovani, che hanno menti fertili, assorbono i concetti e li applicano credendo fortemente in quello che fanno. Ringraziamo il Comune perché, oltre ad aver puntato su Sat, ha messo in campo questo importante servizio di comunicazione nelle scuole”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.