Faccia a faccia

Albenga, incontro Comune-Provincia-Liceo Bruno: sbloccati 170mila euro per i lavori nell’ex tribunale

Cangiano: “Il Comune ha fatto il possibile e ci è stato riconosciuto”. Ciangherotti: “Classi pronte per Pasqua”

liceo artistico bruno ex tribunale albenga

Albenga. Si è svolto questa mattina (martedì 22 gennaio 2019) un faccia a faccia tra i rappresentanti del Comune di Albenga, della Provincia di Savona e del liceo Giordano Bruno sul futuro delle nuove aule, concesse dallo stesso ente comunale, all’interno dell’ex Tribunale di via Bologna.

Dopo alcuni intoppi, la situazione pare essersi definitivamente sbloccata, con un importante finanziamento e la promessa del “fine lavori” entro Pasqua 2019. All’incontro erano presenti il sindaco di Albenga Giorgio Cangiano, il consigliere comunale con delega alle scuole Maurizio Arnaldi, il consigliere comunale di minoranza dell’M5S Francesco Di Lieto, il consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica Eraldo Ciangherotti, il dirigente scolastico Simonetta Barile insieme al vice Andrea Ricci e i rappresentanti di studenti e genitori del “Bruno”.

“Il Comune ha fatto tutto il possibile, partendo sempre dal presupposto che le scuole superiori non sono di competenza comunale, ma provinciale. Nonostante questo, abbiamo concesso le aule e ci siamo messi a disposizione e l’impegno dell’ente è stato riconosciuto pubblicamente nel corso dell’incontro da tutte le parti in causa. L’importante, al di là delle polemiche, è il bene dei ragazzi: ora è stato tracciato un percorso, che speriamo possa essere quello giusto”, il commento del sindaco Cangiano.

“Oltre 170 mila euro dai bilanci provinciali appena erogati e, in poche settimane, avremo cambiato la destinazione d’uso della metà dell’ex tribunale con il nuovo certificato anti-incendio che consentirà l’accesso studenti alla struttura da 100 unità a 240”, ha aggiunto Ciangherotti.

 

“Al 20 luglio scorso, la provincia di Savona ha ricevuto finalmente dal Comune l’uso delle due cancellerie, penale civile, e, dopo aver atteso il termine di successivi 60 giorni di tempo per l’autorizzazione dei vigili del fuoco, ha ottenuto il parere a metà ottobre e da lì, mancando le certificazioni della ditta costruttrice del tribunale purtroppo fallita, è cominciato il percorso annoso per ricostruire tutto il progetto elettrico ed idraulico necessario per poter affidare tutti i lavori alle ditte entro fine anno”.

“I lavori, già iniziati da dieci giorni, verranno eseguiti in parte durante l’orario delle lezioni, in parte nelle vacanze pasquali. Il tutto, prima di tutto, in massima sicurezza per i ragazzi che frequentano la scuola. Ringrazio studenti, docenti e personale ausiliario per la pazienza dimostrata con un cantiere aperto. Garantisco fin d’ora che, quando saremo al governo di Albenga, a giugno prossimo destineremo a scuola anche la restante aula magna giudiziaria, oggi destinata a magazzino, per consentire spazi di laboratorio più ampi per il liceo artistico”, ha concluso il consigliere provinciale.

leggi anche
Ciangherotti ex tribunale albenga
Al lavoro
Albenga, iniziati i lavori nell’ex tribunale. Ciangherotti: “Entro Pasqua tre nuove aule per gli studenti”
tribunale albenga
Stato dell'arte
Aule scolastiche nell’ex tribunale di Albenga, Di Lieto (M5S): “Servono risposte, basta rimpalli di responsabilità tra politici”
tribunale albenga
Albenga
Querelle sulle aule dell’ex tribunale, il presidente della Provincia: “I tempi della nota di Arnaldi volutamente provocatori”
tribunale albenga
Botta e risposta
Aule nell’ex tribunale di Albenga, Ciangherotti (Fi) replica ad Arnaldi: “Fa terrorismo con falsi allarmismi”
Sopralluogo aule liceo ex tribunale Albenga
Albenga
Aule nell’ex tribunale, prosegue lo scontro Ciangherotti-Arnaldi. Il forzista: “La Provincia non ha bisogno di lezioni dal Comune”
Sopralluogo aule liceo ex tribunale Albenga
Acqua sul fuoco
Aule nell’ex Tribunale di Albenga, Arnaldi: “Basta polemiche, pensiamo ai nostri ragazzi”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.