IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, interrogata la consigliera Cassarino: “Chiesto notizie sull’assunzione di mia figlia, ma nessuna pressione”

E' finita nell'indagine per via di una telefonata con l'ex assessore Invernizzi

Più informazioni su

Savona. Ha risposto alle domande degli inquirenti Paola Cassarino, la consigliera comunale di Alassio con delega alla Cultura indagata per tentato abuso d’ufficio nell’ambito di una inchiesta parallela a quella sui rifiuti che ha portato all’arresto di Pier Paolo Pizzimbone.

Il suo nome è finito sul registro degli indagati a causa di un’intercettazione ambientale (autorizzata nell’ambito del filone d’inchiesta principale) nella quale, secondo gli inquirenti, sarebbe emerso che la donna avrebbe chiesto aiuto all’ex assessore all’Ambiente Rocco Invernizzi per trovare un posto di lavoro alla figlia. Oggi in Procura, di fronte ai pm Massimiliano Bolla e Chiara Venturi, ha chiarito i contenuti di quella telefonata, spiegando di aver chiesto l’esito di una bozza di contratto a progetto per la figlia, ma senza “pressioni”.

“A mio avviso Cassarino non ha commesso nessun reato – l’aveva difesa due giorni fa il sindaco Marco Melgrati – Aveva proposto a Invernizzi e Macheda un servizio di promozione sulle scuole forse. Se poi lei ha telefonato a Invernizzi lo ha fatto solo con lo spirito di una mamma che vuole bene alla figlia. Forse inopportuno, ma secondo me non c’è stato alcun reato in merito”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.