IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, incontro per il futuro di piazza Airaldi: “Progetto condiviso”

Un incontro in biblioteca per esaminare criticità e soluzioni della piazza di collegamento con Borgo Barusso

Alassio. Una cinquantina di persone hanno preso parte ieri sera all’incontro coordinato dal Comune di Alassio presso l’Auditorium della Biblioteca Civica, sul futuro della Piazzetta Airaldi Durante. Presenti per l’Amministrazione Comunale il Sindaco Marco Melgrati e il funzionario dell’Ufficio Tecnico Comunale, Luca Corciulo. Con loro l’Arch Manuela Moreno incaricata del ridisegno della Piazza.

“Abbiamo voluto un incontro pubblico – ha spiegato il Sindaco Melgrati – perchè volevo che l’architetto Moreno recepisse tutte le segnalazioni da parte di chi vive quotidianamente la piazza e il borgo. Personalmente ricordo bene la genesi del progetto che ha portato all’attuale conformazione della piazza, essendo stato realizzato durante il mio precedente mandato di sindaco. Sinceramente non mi sembra una brutta piazza, anzi. Metterei forse uno scivolo dal lato della Chiesa in modo da consentire l’accesso alla piattaforma anche alle carrozzine, ma non la stravolgerei più di tanto. Prendo atto però che in campagna elettorale in molti avevano sollevato questa come una criticità importante per la fruibilità del Borgo e credo sia giusto affrontare il problema seriamente”.

E’ lo stesso Architetto a segnalare alcune criticità. Gli odori, la scarsa luminosità e il fatto che al di sotto della piattaforma si ammucchi sporcizia: i primi rilievi confermati da Giancarlo Formichella in rappresentanza dei commercianti.

Per Giampiero Colli non è invece tanto importante reinventare la piazza quanto intervenire con azioni di riordino dell’intero borgo e iniziative che invitino la gente ad allungare le proprie passeggiate nel Budello anche in tutto il Borgo Barusso: una passeggiata degli artisti – una sorta di walk of fame – l’eliminazione degli ambulanti, estate o inverno… alcune delle idee suggerite.

“La zona e spesso maleodorante non a causa dell’accumulo di sporcizia, peraltro limitato alla sabbia portata dal vento, – ha spiegato Melgrati – ma a causa della stazione di pompaggi della fognatura che si trova sotto la piazza. Occorrerà sicuramente intervenire con un sistema analogo a quello utilizzato per l’impianto di pretrattamento sito in Sant’Anna, o con chiusure stagne”.

Nuove panchine, eliminare i ristagni d’acqua davanti all’ingresso della farmacia dopo le piogge, più luce e un verde pubblico che non penalizzi le attività che insistono sulla piazza: queste le ulteriori segnalazioni.

L’Architetto Moreno ha poi segnalato di aver ritrovato due antiche immagini della piazza risalenti 1850: vi figuravano una porta d’accesso e un ponticello verso Borgo Barusso: i bozzetti che realizzerà vorranno quindi cercare di accogliere le esigenze attuali magari anche nel rispetto della storia e della conformazione della piazza.

“Attenderemo i bozzetti – ha concluso il Sindaco di Alassio – e organizzeremo un nuovo incontro per vederli insieme e valutare come procedere. Vorrei che il nuovo progetto fosse veramente un progetto condiviso e gradito alla cittadinanza. Per il futuro sarà questo il sistema con cui affronteremo le nuove progettazioni: condivisione massima preventiva con la cittadinanza e i quartieri direttamente interessati alle opere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.