IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, bordata dell’ex assessore Vinai: “Con Melgrati la spazzatura aumenterà del 25 per cento il prossimo anno”

“Con noi massimo aumento del 3 per cento. Melgrati dice ‘Fatti, non parole’, ma i ‘fatti’, numeri alla mano, danno ragione a noi”

Alassio. A suo dire “non si tratta di una polemica”, ma solo “di una dimostrazione concreta dei fatti”, subordinata ad un cosa ben più importante, “il bene di Alassio, che si deve realizzare indipendentemente da chi sia a farlo”.

Esordisce così l’ex assessore Angelo Vinai, che concretamente, però, riserva una bordata alla giunta Melgrati che, nel recente passato, anche nell’ambito dell’inchiesta rifiuti che ha generato un terremoto nel palazzo del Comune, non ha mai risparmiato accuse precise ai suoi predecessori in tema di rifiuti, alla giunta Canepa e nello specifico proprio all’ex assessore all’Ambiente.

“Solitamente non faccio tante parole perché, come dice qualcuno, preferisco i fatti. Ed è proprio per questo che oggi, dati alla mano, ho deciso di presentare agli alassini il reale prospetto relativo alla raccolta differenziata e agli aumenti tariffari in vista per la nostra città, dove c’è il rischio sempre più concreto che il prossimo anno vi sia un aumento davvero rilevante sui costi della differenziata”, ha dichiarato Vinai, numeri alla mano.

Vinai Alassio slides

“E non lo dice lo ‘Smemorato di Collegno’ (era stato lo stesso Melgrati, in un comunicato, a definire così Vinai), ma i dati. Partiamo dal presupposto che, ad Alassio, l’introduzione della differenziata sperimentale, a monte della ferrovia, è entrata in vigore a maggio 2017. Ed è interessante notare anche i dati precedenti, in particolare del periodo estivo. A giugno 2016, quindi senza differenziata, ad esempio, la percentuale si attestava al 47,64 per cento (3,35 kg abitante/giorno), mentre ad agosto 2016, la percentuale era del 43,73 per cento (4,13 kg abitante/giorno)”.

“Ed è evidente la differenza dopo l’entrata in vigore della differenziata da noi voluta. A giugno 2017, la percentuale si attestava al 52,92 per cento (3,29 kg abitante/giorno); a luglio 2017, al 50,8 per cento (3,71 kg abitante/giorno); ad agosto 2017, al 48,78 per cento (4,04 kg abitante/giorno). Quindi, un esponenziale e deciso miglioramento: a settembre 2017, 53,87 per cento (2,95 kg abitante/giorno); a ottobre 2017, 57,54 per cento (2,48 kg abitante/giorno) e, infine, novembre 2017, con addirittura il 58,95 per cento (2,30 kg abitante/giorno)”.

“E il bello, o meglio il brutto, arriva con l’arrivo di Melgrati, che ha criticato in tutti i modi la nostra gestione del settore Ambiente, ma dall’arrivo della nuova giunta questi sono i dati negli stessi mesi: giungo 2018, inizia la discesa, con il 50,15 per cento (3,23 kg abitante/giorno); luglio 2018, 44,08 per cento (3,7 kg abitante/giorno); agosto 2018, con il 36,44 per cento(3,95 kg abitante/giorno); settembre 2018, con il 36,94 per cento (2,52 kg abitante/giorno); ottobre 2018, con il 42,42 per cento (2,48 kg abitante/giorno); novembre 2018, con il 43,01 per cento (2,07 kg abitante/giorno). Questo è tutto, direi che c’è poco da aggiungere”, ha proseguito Vinai.

“L’unico aumento sulla differenziata durante i nostri 5 anni di amministrazione è stata al massimo del 3 per cento, dovuto peraltro al fatto che, nel 2015-2106, eravamo costretti a portare fuori Regione circa il 40 per cento dei rifiuti. Le uniche persone che hanno patito una sorta di aumento sono stati i residenti situati a monte della ferrovia, ma non si trattava di un aumento vero e proprio, poiché pagano esattamente come chi vive nel Budello ed è costretto a recarsi, ad esempio in via Dante, per gettare i rifiuti”.

“Dati della giunta Melgrati alla mano, invece, posso ipotizzare che l’anno prossimo ad attendere i cittadini di Alassio ci sarà un consistente aumento della tassa della spazzatura, che io stimo almeno al 25 per cento. Questi sono i fatti e non le parole”, ha concluso Vinai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.