IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Albissola piega il coriaceo Cuneo: Cais e Balestrero firmano il 2 a 0 risultati

La partita, che pareva indirizzata verso il pari a reti inviolate, si è risolta nel finale complice anche un'espulsione tra gli ospiti

Chiavari. Per la diciassettesima giornata del girone A della Serie C, ovvero la terzultima del girone di andata, l’Albissola ha ospitato il Cuneo in una partita che, alla luce della vicinanza geografica a livello professionistico, può essere considerata un derby. I Ceramisti, che avevano all’attivo 12 punti, erano reduci da due sconfitte ed erano chiamati a far risultato per tenere a debita distanza l’ultimo posto, occupato dalla Lucchese oggi comunque sconfitta.

Al Comunale di Chiavari arrivava il Cuneo, squadra in salute con la caratteristica di segnare e subire pochissimo: nelle ultime 10 gare aveva all’attivo 6 reti fatte e 2 subite. I biancorossi avevano fino ad oggi il peggiore attacco e la migliore difesa del campionato.

L’obiettivo dei Ceramisti è stato raggiunto: grazie alle reti di Cais all’87° e Balestrero al 90°, l’Albissola si è aggiudicata una partita che pareva incanalata verso lo 0 a 0. Determinante un’espulsione tra gli ospiti al 69°, che ha mutato gli equilibri dell’incontro.

La cronaca. Claudio Bellucci manda in campo un 4-3-3 con Albertoni; Calcagno, Nossa, Rossini, Oliana; Sibilia, Bezziccheri, Oukhadda; Mahrous, Martignago, Cais.

Le riserve sono Bambino, Piccardo, Russo, Oprut, Damonte, Balestrero, Sancinito, Raja, Silenzi, Bartulovic, Gibilterra.

Cristiano Scazzola schiera il Cuneo con un 3-5-2 con Gozzi; Castellana, Santacroce, Cristini, Celia, Bob, Suljić, Mattioli, Caso; Kanis, Gissi.

A disposizione ci sono Gozzi, Tafa, De Stefano, Carte Said, Reymond, Offidani, Alvaro, Borello, Jallow, Paolini, Defendi, Suljić, Marin.

Arbitra Sajmir Kumara della sezione di Verona, assistito da Rosario Caso (Nocera Inferiore) ed Andrea Torresan (Bassano del Grappa). Meno di duecento gli spettatori presenti.

Le prime schermaglie vedono entrambe le squadre provare ad imbastire azioni da rete. Al 4° Suljić conclude da fuori area: blocca Albertoni. Il numero 22 sostituisce il titolare Piccardo che si è infortunato durante il riscaldamento.

La prima azione degna di nota, all’8°, è del Cuneo: Caso serve Gissi che al momento del tiro viene chiuso da Oliana.

Al 10° punizione per il Cuneo: Suljić mette in area, Celia colpisce di testa: alto.

Si lotta principalmente nelle zone centrali del campo. Il Cuneo cerca di impostare il gioco ma non si scopre più di tanto e l’Albissola non ha mai possibilità di partire all’attacco. Squadre chiuse e ben coperte.

Al 20° conclude Kanis: agevole la parata di Albertoni.

Al 24° Suljić guadagna una punizione da posizione insidiosa; i biancorossi non la sfruttano.

Al 27° Calcagno ferma Kanis: primo angolo della partita. Albertoni non corre rischi.

Al 29° Nossa cerca di servire Cais, ma c’è fuorigioco.

Al 30° Caso è costretto a lasciare il posto a Borello a causa di un infortunio.

Al 33° i Ceramisti si fanno avanti per la prima volta: iniziativa personale di Martignago e conclusione a girare, Gozzi para.

Al 33° Suljić viene ammonito per un fallo su Oukhadda.

Al 37° cross dalla sinistra di Celia, Albertoni in presa fa suo il pallone.

Al 40° la più grande opportunità da rete del primo tempo: Calcagno prova il cross, un avversario devia, palla a Mahrous che svirgola; la sfera arriva a Bezziccheri che da buona posizione calcia a lato.

Al 44° Cais lancia Mahrous, ma ci pensa Cristini a chiuderlo.

Al 45° stoccata da fuori area di Gissi: Rossini manda in corner. Al 46° Sibilia commette fallo di mano: punizione, Suljić calcia sulla barriera.

A metà partita il risultato è 0 a 0 dopo un primo tempo privo di emozioni.

Il secondo tempo parte con alcuni minuti di ritardo a causa di un buco nella rete di una porta, che viene prontamente riparato. Tra i locali c’è Marin al posto di Celia.

Al 3° Cais guadagna una punizione da posizione interessante; se ne incarica Martignago, Gozzi blocca il suo tiro tutt’altro che irresistibile.

La partita continua a basso ritmo, con estemporanee iniziative. Le difese fanno buona guardia, ma è soprattutto l’imprecisione in fase di impostazione a causare l’assenza di occasioni da rete.

Al 10° Bezziccheri spara da fuori area: altissimo. Al 13°, nel Cuneo, Defendi sostituisce Gissi.

Al 16° cross di Mattioli: palla tra le braccia di Albertoni. Sull’altro fronte Cais prova il destro: a lato.

Al 17° viene ammonito Mattioli per fallo su Mahrous. Al 22° il primo cambio tra i biancazzurri: Russo prende il posto di Mahrous.

Al 24° Suljić commette fallo su Martignago e viene nuovamente ammonito: cartellino rosso e Cuneo in dieci uomini.

Scazzola corre ai ripari e al 27° manda in campo Paolini al posto di Kanis.

L’Albissola, nonostante la superiorità numerica, non riesce ad attaccare con un po’ più di convinzione. Il gioco continua a non vedersi da ambo le parti.

Anzi, al 31° è il Cuneo a farsi avanti: palla in area per Paolini, conclusione debole ed Albertoni para.

Al 33° i piemontesi guadagnano un angolo, ma non dà frutti. Al 34° cartellino giallo per Bezziccheri, reo di un fallo ai danni di Paolini. Lo stesso Bezziccheri resta a terra a causa di un infortunio e al 37° deve lasciare il campo in barella, sostituito da Balestrero.

Al 41° contropiede dei locali: Martignago cerca di servire Cais, ma sbaglia il passaggio.

Al 42° la formazione di mister Bellucci passa in vantaggio: Oukhadda difende un pallone e lo serve in area per Cais che con decisione calcia a rete realizzando il gol partita. Curiosità: Silenzi era pronto per sostituire il numero 9 locale, ma l’allenatore ha deciso di ritardare di qualche minuto il cambio ed è stato premiato.

Al 44° Sibilia viene atterrato da Cristini: cartellino giallo. Doppio cambio al 45°: entrano Damonte per Sibilia e Silenzi per Cais.

I minuti di recupero sono sei. Al 46° Russo conclude dalla distanza: para Gozzi. Nel sesto minuto di recupero Balestrero sfrutta al meglio una punizione e segna il raddoppio.

Finisce 2 a 0. Per l’Albissola è la quarta vittoria; la neopromossa ligure sale a quota 15 punti e si lascia alle spalle quattro formazioni. Tra di esse c’è la Lucchese, sul cui campo, domenica 23 dicembre alle ore 18,30, giocheranno la prossima partita i biancazzurri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.