IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, stretta anti-degrado: controlli della municipale e nuovo numero verde foto

Il comandante della municipale Aloi: "Vogliamo istituzionalizzare la collaborazione dei cittadini per la tutela del territorio"

Savona. Stretta lanciata dal Comune di Savona e dalla polizia municipale su fenomeni di degrado urbano e abbandono illecito di rifiuti. Questa mattina, presso il comando dei vigili savonesi, si è svolta la presentazione del nuovo numero verde, operativo 24 ore su 24, anti-degrado: 800 40 15 25, oppure è possibile inviare una mail all’indirizzo nopea@comune.savona.it per segnalazioni non anonime su casi sospetti.

“Una iniziativa per combattere il degrado cittadino e situazioni di danno ambientale concordata con l’assessore comunale Roberto Levrero” ha detto il comandante della polizia municipale Igor Aloi.

“Puntiamo molto sulla collaborazione fattiva dei cittadini, così abbiamo ampliato il numero verde anti-truffa con quello anti-degrado: vogliamo sensibilizzare le persone e tutti i savonesi affinché possano essere parte attiva di questo progetto” ha aggiunto il comandante della municipale.

“L’abbandono di rifiuti e altro materiale è un fenomeno che arreca danno economico grave e molto spesso cela attività edilizie in nero. Chi smaltisce non nei punti dedicati, infatti, vuole evitare i costi dello smaltimento regolare” spiega ancora Aloi. “Inoltre, recuperare rifiuti non conferiti correttamente è costoso in quanto spesso ci sono rifiuti pericolosi come amianto e perché in molti casi lo smaltimento illecito avviene in zone impervie come quelle boschive. Senza contare il grave danno all’ambiente: certi materiali impiegano anni per essere smaltiti”.

“Dobbiamo combattere il degrado per migliorare la qualità del territorio” ha concluso il comandante Aloi.

igor aloi municipale savona

Naturalmente prosegue anche l’attività di controllo da parte della polizia municipale con telecamera mobile e foto trappole per verificare il corretto smaltimento di rifiuti. Negli ultimi due mesi una trentina di persone sono state sanzionate, con multe da 50 a 600 euro. Diversi i casi citati: in via Nostra Signora del Monte sono stati recuperati due divani, nella zona del Cadibona elettrodomestici e pneumatici.

Il regolamento edilizio e la carta civica prevedono che chiunque faccia attività edilizia comunichi il corretto smaltimento rifiuti, quindi i vigili savonesi inizieranno anche controlli a campione per verificare rispetto della normativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.