IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Vaccarezza: “Via libera a contributi per prevenzione e sostengo alle famiglie con membri affetti da Azheimer”

“La Liguria è la Regione con il processo di invecchiamento più alto d'Italia e dell'intera Europa”

Regione. Regione Liguria ha approvato l’avviso pubblico per la concessione di contributi a Enti del Terzo Settore, Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale finalizzato alla realizzazione di progetti destinati a potenziare azioni di prevenzione e informazione verso il pubblico e le figure professionali coinvolte nella malattia dell’Alzheimer, tutela dei diritti del malato di Alzheimer, sostegno dei familiari/caregiver che affiancano il paziente con Alzheimer durante tutto l’iter diagnostico della malattia e svolgono un ruolo centrale, seguendo le indicazioni terapeutiche del medico CDCD e accompagnando il paziente al centro diurno o in struttura residenziale extra ospedaliera”.

L’annuncio porta la firma del capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Angelo Vaccarezza, che ha spiegato: “La Liguria è la Regione con il processo di invecchiamento più alto d’Italia e dell’intera Europa: con il suo 28 per cento di anziani sopra i 65 anni, si colloca al primo posto su scala nazionale, ben al di sopra della media ferma al 21.7 per cento”.

“In questo contesto demografico la prevalenza di malattia di Alzheimer è in costante aumento e sfiora al momento i 20.000 casi, raggiungendo il 30 – 50 per cento nella fascia di popolazione ultra ottantenne: a tal fine, la Regione intende promuovere e rinforzare azioni di prevenzione e sostegno svolte da organizzazioni ed enti di volontariato nei confronti del paziente affetto da Alzheimer e dei familiari/caregiver”.

“La dotazione finanziaria del provvedimento ammonta a settantamila euro. Sono ammissibili a contributo progetti a valenza regionale che contemplino le seguenti attività:informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e tutte le figure professionali coinvolte nella malattia dell’Alzheimer; tutelare i diritti del malato di Alzheimer e dei suoi congiunti”.

“E ancora, promuovere la nascita di centri pilota per la diagnosi, l’assistenza e la formazione di personale specializzato; realizzare un servizio di prossimità che preveda un’assistenza domiciliare leggera, offerta da operatori qualificati che si recano a domicilio del paziente, intesa a garantire momenti di sollievo alle famiglie interessate; organizzare e gestire, in collaborazione con i servizi sociosanitari del territorio, luoghi pubblici di incontro dove malati e familiari si ritrovano in un contesto informale per qualche ora alla settimana per scambiare opinioni ed esperienze con altri malati o altri familiari”, ha concluso Vaccarezza.

Le domande di contributo devono essere presentate solo tramite posta elettronica certificata all’indirizzo sanita@cert.regione.liguria.it, entro 15 giorni dalla pubblicazione dell’avviso. Sul sito internet della Regione e sul portale “Salute e sociale in Liguria” – www.liguriainformasalute.it – è possibile trovare tutte le informazioni in merito a questa importante iniziativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.