IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promozione: separazione tra il Ceriale e mister Enrico Sardo risultati

Il direttore sportivo Marco Degola: "A malincuore siamo dovuti giungere a questa conclusione"

Ceriale. Dopo l’ennesima sconfitta della prima squadra, seppur di misura e non del tutto meritata, è arrivato il tempo delle riflessioni in casa Ceriale Progetto Calcio.

L’avvio di campionato non è stato quello che tutti si aspettavano; in mezzo sono capitate molte sfortune e molti infortuni che hanno creato ancora più difficoltà nel risalire la china.

Il direttivo insieme al mister Enrico Sardo hanno deciso di comune accordo di dare l’ennesimo scossone alla squadra per invertire questa rotta negativa.

Arriva quindi la separazione consensuale con Enrico Sardo, alla vigilia del match contro la prima in classifica e in pieno mercato invernale.

La società, i dirigenti e tutte le figure che ruotano intorno alla prima squadra tengono a precisare che “questo inizio così negativo non ci farà cambiare l’opinione che tutti di ci siamo fatti di Enrico il quale ha sempre dimostrato di avere qualità, preparazione e di essere un allenatore preciso e professionale“.

Le dichiarazioni del direttore sportivo Marco Degola: “A malincuore siamo dovuti giungere a questa conclusione, tutti insieme abbiamo voglia di ripartire e di non tirare i remi in barca senza averci provato fino alla fine. Purtroppo in queste circostanze il primo a pagare pegno è sempre l’allenatore, per cercare soprattutto di vedere una reazione forte della rosa. Stiamo già lavorando sodo da alcune settimane per integrare l’organico con innesti di levatura, sicuramente non è facile perché ci sono molte squadre, anche di categorie superiori, che hanno messo nel mirino gli stessi nostri giocatori e che possono fare offerte più allettanti, ma noi non ci arrendiamo e continueremo a cercare giocatori motivati, di cuore e che vogliano farci continuare a vivere questa avventura in Promozione”.

“Sensazioni? Sono molto dispiaciuto per Enrico, prima di essere un allenatore è anche un amico e questo non era l’esito che avevo immaginato quando abbiamo cominciato a lavorare insieme quest’estate. In pochi mesi si è conquistato tutte le figure che orbitano intorno alla squadra e solo le persone con un grande carisma hanno queste capacità. Spero ancora di poter lavorare con lui in futuro o di rivederlo presto su un’altra panchina raggiungere importanti traguardi – conclude Degola -, il nostro rapporto umano continuerà sicuramente al di fuori del terreno di gioco”.

Mister Sardo ha voluto far sapere: “Al momento questa è la scelta migliore che si possa fare per il bene della squadra, ed è questo quello che conta più di tutto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.