IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Privatizzazione ospedali Cairo e Albenga, Toti: “Più efficienza e più servizi, uno straordinario successo”

Il presidente della Regione non nasconde la soddisfazione: "Una pietra miliare per la politica, proseguiremo su questa strada"

Cairo/Albenga. “Oggi abbiamo la possibilità di concretizzare la politica messa in campo fin dall’inizio con Sonia Viale: invece dei tagli fatti in precedenza, noi abbiamo deciso di puntare sull’efficienza e sul fornire maggiori servizi a costo addirittura ridotto rispetto a prima. Ha funzionato tutto, e oggi l’equazione si dimostra vera con l’affido di questi ospedali a strutture sanitarie private che si sono impegnate ad aprire nuovi reparti. E’ uno straordinario successo, che va nella direzione che avevamo annunciato”.

Parole e musica di Giovanni Toti, che dopo la conclusione del bando di gara per la privatizzazione degli ospedali di Albenga, Cairo Montenotte e Bordighera con l’aggiudicazione dei due nosocomi savonesi al gruppo Galeazzi, non nasconde una profonda soddisfazione. “Proseguiremo su questa strada – promette – Anche se Albenga e Cairo non rappresentano un bacino molto ampio, questa è una pietra miliare vera: abbiamo dimostrato che si può tenere sotto controllo il sistema sanitario e al contempo garantirne le prestazioni”.

La conferenza stampa integrale

“E’ un percorso che abbiamo spiegato e che è stato accolto con favore dalla popolazione – gli fa eco l’assessore alla Sanità, Sonia Viale – Quando si riapre il pronto soccorso si danno garanzie di sopravvivenza. E abbiamo salvato alcuni reparti che erano destinati prima o poi alla chiusura”. Viale provvede poi a rassicurare i presenti sui vari dubbi avanzati in questi giorni: “L’apertura dei pronto soccorso 24 ore su 24 sia ad Albenga che a Cairo Montenotte è assicurata, dato che è prevista dal capitolato. E la coesistenza con tra il gruppo Galeazzi e il Policlinico di Monza, che oggi ad Albenga gestisce l’Ortopedia, non rappresenterà un problema: è già previsto che si andrà alla scadenza naturale del contratto, dopo di che tutto passerà in mano al nuovo gestore”.

“La tutela del personale verrà garantita – prosegue ancora Viale – perché una delle prime condizioni del bando è il mantenimento dei dipendenti e dei relativi contratti. Non abbiamo fatto la cessione del ramo d’azienda unitamente al personale: chi se ne lamenta è proprio chi, quando ha dovuto fare privatizzazioni, le ha fatte sulla testa dei lavoratori. Avremo anzi la possibilità di non gravare più a livello di organico su presidi importanti come San Paolo o Santa Corona, perché le nuove strutture private dovranno essere autosufficienti a livello di personale. Questa è una straordinaria opportunità per la sanità ligure – conclude – e chi dice che stiamo svendendo ai privati la sanità non sa di cosa sta parlando”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.