Piaggio, De Vincenzi (PD): "Il rinvio del tavolo al Mise pessima notizia anche per Laer H" - IVG.it
Nel vortice

Piaggio, De Vincenzi (PD): “Il rinvio del tavolo al Mise pessima notizia anche per Laer H”

"Il commissario incontro anche la dirigenza dell'azienda di Albenga che realizza parti dei velivoli Piaggio"

ordinata 6000 laerh

Regione. “Il rinvio dell’incontro al Mise su Piaggio della scorsa settimana è una pessima notizia anche per la Laer H di Albenga”. Lo afferma Luigi De Vincenzi, consigliere regionale del Pd e vicepresidente del consiglio ligure.

“Il commissario straordinario di Piaggio Aerospace incontri la dirigenza della Laer H, al fine di ricomprendere nell’orizzonte delle azioni a salvaguardia di Piaggio, questa importante realtà industriale del settore aeronautico, legata a doppio filo a Piaggio e, come tale, pesantemente investita dalla sua crisi. Laer H non è una semplice azienda dell’indotto, visto che è lì che vengono realizzate e assemblate le carpenterie metalliche dei velivoli Piaggio, sia militari sia civili, compresi quei droni al centro della commessa da 766 milioni di euro avviata dal Governo di centrosinistra e bloccata dall’attuale esecutivo giallo-verde”.

“Una situazione di impasse, che ha decretato la crisi di Piaggio e, a ruota, quella di Laer H. Ed è per questo che il tavolo al Mise non può e non deve riguardare solo Piaggio Aerospace, ma anche questa realtà di primaria importanza per il nostro territorio, sia in termini di innovazione tecnologica che di offerta lavorativa altamente specializzata e in grado di offrire  formazione ai ragazzi degli istituti professionali del nostro territorio”.

leggi anche
Nuova protesta dei lavoratori Piaggio a Villanova
Ancora all'asciutto!
Piaggio, nessuna data sul pagamento degli stipendi: nuova protesta davanti ai cancelli
borghetti laer H
Vicinanza
Visita del vescovo Borghetti allo stabilimento Laer H di Albenga: “Salvaguardare il lavoro per la pace sociale”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.