IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manovra, balneari esclusi dall’applicazione della Bolkestein per 15 anni. Ripamonti (Lega): “Promessa mantenuta”

"Garantita una prospettiva di lavoro e di vita a un settore importantissimo per il territorio"

Liguria. “Bolkestein, 15 anni: promessa mantenuta. Grazie alla Lega, nei lavori per la manovra è stata raggiunta l’intesa che consente per i prossimi quindici anni di escludere dall’applicazione della direttiva Bolkestein i lavoratori del comparto balneare”. Lo dichiara Paolo Ripamonti, senatore della Lega, vice presidente della commissione su industria, commercio e turismo del Senato.

“Questa è una battaglia che mi ha visto in prima linea fin dal primo giorno: esprimo grande soddisfazione, in qualità di secondo firmatario dell’emendamento sulla Bolkestein. Un ringraziamento particolare ai ministri Matteo Salvini e Gianmarco Centinaio per la sensibilità e l’attenzione verso una categoria fondamentale per la nostra Liguria”.

“Ancora una volta prevale il buonsenso: grazie alla Lega, viene garantita una prospettiva di lavoro e di vita a un settore importantissimo per il territorio. Dalle parole ai fatti”.

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti commenta: “Bene il governo sulla proroga della direttiva Bolkestein per i balneari. La Liguria aveva già deliberato anni fa, ma la legge era stata impugnata dal governo della sinistra. Ora occorre superare la direttiva europea e ridare fiducia e futuro agli operatori italiani. La Liguria ha fatto scuola e finalmente qualcuno ha ascoltato il grido di dolore di un intero settore”.

L’assessore regionale all’urbanistica e coordinatore del tavolo interregionale sul demanio marittimo Marco Scajola: “Positiva la proroga, ora bisogna lavorare per l’uscita dell’Italia dalla direttiva Bolkestein. Come Regione Liguria avevamo approvato due leggi che davano garanzie e futuro alle imprese balneari. Purtroppo il governo Gentiloni le impugnò lasciando il comparto nella totale incertezza e insicurezza. Adesso questo provvedimento è sicuramente un passo molto positivo che segue le posizioni che la Liguria ha sostenuto negli ultimi anni, fin dall’inizio dell’amministrazione Toti. A gennaio subito un tavolo delle regioni per collaborare e dare il contributo costruttivo all’uscita dell’Italia dalla Bolkestein”.

Franco Senarega Alessandro Puggioni, capogruppo e consigliere regionale Lega Nord Liguria-Salvini: “Oggi, durante i lavori per la manovra finanziaria, grazie all’impegno dei nostri parlamentari è stata raggiunta l’intesa che consente di escludere dall’applicazione della direttiva europea i lavoratori del comparto balneare. Un primo stop importante all’annosa questione che ha destato forti preoccupazioni, in particolare per il futuro di famiglie e imprese che vivono e lavorano nella nostra regione”.

“Si tratta di un’altra vittoria della Lega, anche per la Liguria. E’ stato infatti raggiunto un ottimo risultato, fondamentale per il nostro territorio, dove tra l’altro le recenti mareggiate hanno distrutto molti stabilimenti balneari mettendo i titolari di fronte alla necessità di fare investimenti senza avere alcuna certezza sul futuro delle concessioni demaniali. Una certezza che invece oggi c’è. La partita, però, non si chiude qui. Ora l’obiettivo resta l’uscita totale dalle assurde e ingiuste imposizioni della direttiva UE. E’ anche una questione di dignità e di difesa della Liguria e del nostro paese”.

“Dalle parole ai fatti, con buonsenso. Ancora una volta, un proficuo lavoro del vicepremier Matteo Salvini e del ministro del turismo Gian Marco Centinaio, che hanno dimostrato concreta attenzione per un comparto fondamentale per la Liguria”.

Il presidente della commissione per le politiche Ue della Camera Sergio Battelli afferma: “Il periodo transitorio di 15 anni concesso ai lavoratori del comparto balneare è sempre stata una proposta del M5S. L’abbiamo portata avanti con convinzione durante la campagna elettorale anche quando, in molti, pur di non perdere una parte consistente di elettorato, promettevano proroghe a tempo indeterminato. Ecco perché l’intesa raggiunta questa notte è il riconoscimento di una nostra battaglia e porta sicuramente un po’ di serenità tra le famiglie del comparto. Una battaglia in cui ho sempre messo la faccia in questi anni e in questi mesi con l’intensificarsi degli incontri è delle riunioni. Inutile negare, però, che il M5S è sempre stato sì a favore di periodi transitori ragionevoli ma anche di gare. Proprio le gare, infatti, se da un lato ci consentirebbero di provare a evitare procedure di infrazione, dall’altro sono l’unico metodo per garantire trasparenza e concorrenza leale. Principi dai quali non faremo mai retromarcia. Ecco perché dico che su questa battaglia noi non ci tireremo indietro: andremo fino in fondo per garantire trasparenza e legalità al settore”.

Antonio Capacchione, presidente del Sindacato Italiano Balneari aderente a Confcommercio, afferma: “Apprendiamo che, finalmente, si è aperto uno spiraglio nella ‘battaglia’ degli imprenditori balneari italiani per veder riconosciuto il diritto ad esistere e a continuare a lavorare nell’interesse del paese. Aspettiamo, naturalmente, di vedere la norma per un giudizio definitivo. Ma, fin da subito, possiamo dire che la notizia fornita dai capogruppo della Lega viene accolta con grande sollievo e soddisfazione dalle 30 mila famiglie di balneari con 100 mila addetti diretti”.

“In modo particolare dalle 3 mila aziende che hanno visto gli impianti balneari distrutti dalle recenti mareggiate. Potranno iniziare tutti a lavorare per rimetterli in funzione in vista della prossima stagione estiva e, soprattutto, potranno ripartire gli investimenti, bloccati da troppo tempo, in questo cruciale settore economico del Paese, per affrontare al meglio l’agguerrita concorrenza internazionale. Finalmente per gli imprenditori balneari italiani si intravede la fine di un incubo durato nove anni: quello di non avere più il lavoro e le proprie aziende; per il Paese di perdere un importante fattore di forza del nostro ‘Made in Italy'”.

“Un ringraziamento a tutte le Forze politiche parlamentari – conclude il presidente del Sib – che hanno ben compreso la drammaticità della situazione e ascoltato il grido di dolore di questa parte così importante dell’economia italiana. Ritengo di dover fare un ringraziamento particolare al ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, per l’impegno profuso nel mettere in sicurezza questo importante comparto del nostro turismo”.

Di seguito, la nota congiunta sulla materia firmata dalla senatrice Stefania Pucciarelli e dal deputato Lorenzo Viviani (Lega): “Il provvedimento, inserito in manovra, che prevede la dilazione di quindici anni dell’applicazione della Direttiva Bolkenstein al comparto balneare è un successo soprattutto per il territorio ligure. Infatti, qui in Liguria, le recenti mareggiate hanno distrutto molti stabilimenti e messo gli imprenditori di fronte alla necessità di fare nuovi investimenti senza avere alcuna certezza riguardo al futuro delle concessioni demaniali”.

“Oggi il governo legastellato ha dimostrato ancora una volta di stare dalla parte del popolo e saper difendere l’interesse nazionale dagli assalti della burocrazia europea. Come ha dichiarato il Ministro Centinaio, a cui va il nostro sentito ringraziamento, la partita non finisce qui, perché l’obiettivo rimane la totale uscita dalla direttiva Bolkenstein. Grazie a questa maggioranza, e all’impegno della Lega che in più occasioni ci ha messo la faccia, un settore strategico per la nostra economia è stato tutelato dopo anni di immobilismo da parte dei precedenti governi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.