IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ho preso una nave… fotogallery

"Tutti a Bordo" è la rubrica di IVG dedicata al mondo delle crociere, ogni sabato a cura di Rosalba Scarrone

Più informazioni su

Chi sono io? Forse alcuni di voi già lo sanno, altri spero mi scopriranno attraverso le pagine di questa rubrica. Sono Rosalba Scarrone, abito a Finale Ligure ma passo più giorni “a bordo” che a casa… e sono l’ideatrice e amministratrice di Liveboat.it, community pluripremiata dedicata al fantastico mondo delle Crociere.

Quante volte avete sognato di partire per un lungo viaggio e raggiungere i Caraibi? Molti di voi lo avranno anche fatto, io però ho scelto di prendere una nave per realizzare i miei sogni.

Indubbiamente tutti saprete che basta prendere un aereo per raggiungere in 9 ore circa una delle più belle isole caraibiche, ma forse non tutti sanno che lo si può fare, in tutta tranquillità, partendo dai nostri due principali porti d’imbarco liguri: Genova e Savona. La comodità ha bisogno di tempo, ma quanto ripaga in termini di soddisfazione!

Le navi da crociera, dopo la loro stagione estiva, si spostano quasi tutte su paralleli tropicali, dove fino a primavera saranno impegnate in itinerari ciclici di 7 o 14 giorni. Asia, Africa, Medio Oriente, Americhe sono tutte mete raggiungibili a bordo di una nave da crociera.
È proprio quando effettuano i trasferimenti che si possono fare le crociere più belle!

Traversata oceanica verso i Caraibi da Genova

Torniamo però alla mia scelta di prendere una nave e partire per i Caraibi. Il 22 novembre scorso, MSC Preziosa è salpata da Genova per la sua crociera di trasferimento, ha attraversato l’Oceano Atlantico e solo dopo 5 interi giorni di navigazione ha toccato terra, nello specifico l’isola di Barbados.
Chi tra voi non è crocerista penserà subito che sia assurdo perdere 5 giorni navigando su acque sconfinate. Penserà che sia noioso ed interminabile, restare per giorni su una nave senza poter sbarcare. Forse dirà anche che quei 5 giorni vengono sottratti alla vera e propria vacanza.

Al contrario chi ama le crociere sa bene che la navigazione è proprio parte integrante del viaggio, e solo con una lunga traversata si riesce a godere di quella meravigliosa prima destinazione che è proprio la nave. Superata l’idea del lungo trasferimento e trovato il tempo da dedicare ad una lunga vacanza che richiede dai 16 ai 23 giorni, si opterà per l’itinerario migliore, cioè quello che toccherà gli scali più interessanti e con soste più lunghe possibili. Anche la data di partenza è importante: rientrare troppo sotto Natale può diventare un problema.

Io negli anni ho effettuato molte traversate, soprattutto con le due principali compagnie che operano in Italia: ormai so bene che cosa scegliere e offro la mia esperienza ai lettori del mio blog, fornendo informazioni e consigli. Vi ricordo però che un buon consiglio non vale per tutti… nulla come una crociera è più personalizzabile ed adattabile al proprio stile di vita.

Torniamo alla mia partenza dal Ponte dei Mille, dove molti anni fa erano gli emigranti a partire per le americhe. Oggi MSC con alcune navi della sua flotta porta nel Nuovo Mondo passeggeri di molte nazionalità diverse. Premetto che le navi americane che raggiungono la meta in 10 o 13 giorni effettuando pochi scali, la maggior parte europei, mentre MSC o Costa creano i loro itinerari privilegiando soprattutto gli scali di destinazione. Solitamente si sosta in porti come Marsiglia, Barcellona, Malaga, Tenerife, per poi iniziare la vera e propria traversata di 5 giorni. Una volta ai Caraibi si toccano fino a 10 diverse isole. Sarebbero necessari molti trasferimenti e disagi, per effettuare le stesse toccate in un unico viaggio, se non in crociera. È per questo che consiglio questa formula di vacanza. Ovviamente al meteo non si comanda, ma a fine novembre in Atlantico si trova prevalentemente bel tempo e temperature da molto gradevoli, a decisamente alte, che permettono di godere appieno dei ponti esterni, delle piscine, Acqua Park, scivoli mozzafiato o rilassanti vasche idromassaggio.

Traversata oceanica verso i Caraibi da Genova

Queste cose che ho elencato sono ciò che offre solitamente una grande nave da crociera, ma attraversare l’oceano non è solo questo. Vi sono anche milioni di stelle da guardare, nuvole dalle più incredibili forme e colori e soprattutto il mare che raggiunge profondità impensabili, fino a 5000 metri e cambia colore di ora in ora, a volte calmo, altre mosso, ma che ci culla come solo lui sa fare.

Ci si sofferma a pensare a quale fauna marina ci sarà mai sotto ed intorno a noi, come vivranno i pesci a quelle profondità, quanto popoloso sarà quel mare. A volte si incontra una barca a vela in traversata e ci appare come un un miraggio tra la spuma del mare. Si immaginano equipaggi valorosi ed avventurieri, ed è anche capitato di dover soccorrere alcuni di loro. Durante una traversata, la luna piena può apparire un immenso faro, così vicino alla superficie del mare da illuminarlo quasi a giorno; un tramonto invece può essere talmente bello da mozzare il fiato e farci brillare gli occhi, un’alba può apparire come uno spirito divino che emerge dalle acque. Sapete perché tutto ciò in quei momenti ci appare così straordinario? Perché abbiamo finalmente il tempo per fermarci ad osservarlo. Una lunga navigazione regala momenti di relax impagabile e infonde una sensazione di così grande beatitudine che fa scordare il trascorrere delle ore, e fa desiderare che tutto ciò duri più a lungo possibile. A volte resto in cabina la sera prima di cena ed ascolto il rumore del mare che scivola sullo scafo: nessun altro suono intorno e la consapevolezza che la nave è un puntino luminoso in un immensa distesa nera. Tutto ciò offre un tale senso di relax da diventare quasi terapeutico.

Quando infine si tocca terra, è inevitabile pensare ai grandi navigatori che scoprirono per primi terre allora inesplorate, si prova emozione e curiosità per quanto di meraviglioso ci attende, ma anche nostalgia per ciò che abbiamo lasciato alle spalle.

Le traversate, in termini di costi, hanno il miglior rapporto qualità prezzo: va però scelta la sistemazione più adatta alle proprie esigenze, solo voi sapete che cosa desiderate da una vacanza. Una grande nave offre, svago, divertimento, animazione o anche angoli rilassanti, sistemazioni lussuose e ristoranti esclusivi.

Traversata oceanica verso i Caraibi da Genova

Vi sto scrivendo da MSC Preziosa, che ogni giorno scala in porti dall’acqua turchese e dai paesaggi tropicali. Abbiamo già visitato Barbados, isola dalla sabbia bianca come borotalco, Antigua con le sue 365 spiagge, Saint Kitts dalla popolazioni sorridente e cordiale, i suoi vulcani e la foresta pluviale, Saint Marteen rinata dopo la furia dell’uragano dello scorso anno, e stiamo puntando la prua verso Martinica, dove molti passeggeri domani sbarcheranno per rientrare a casa in aereo. La mia crociera invece continuerà per un’altra settimana alla scoperta dei Caraibi Meridionali.

Continuerò il racconto nel prossimo articolo.

“Tutti a Bordo” è la rubrica di IVG dedicata al mondo delle crociere, ogni sabato a cura di Rosalba Scarrone: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.