IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

GAL Valli Savonesi: via libera ai primi bandi per le imprese, nel 2019 oltre 2 mln di investimenti

La soddisfazione del presidente Osvaldo Geddo: tre progetti integrati per il nostro territorio

Più informazioni su

Savona. Il presidente del GAL Osvaldo Geddo e l’intero Consiglio Direttivo del Gal Valli Savonesi è soddisfatto del risultato raggiunto, con il via ai primi bandi per le imprese del territorio: “Durante l’ultimo Consiglio Direttivo del GAL sono state approvate le versioni definitive dei bandi validate dall’Autorità di Gestione Regionale. Finalmente il GAL Valli Savonesi potrà entrare in una fase di piena operatività e, grazie ai contributi economici che saranno assegnati, dare un buon contributo al rilancio dell’economia dell’entroterra (area GAL) finanziando le attività agricole e artigianali, nonché il turismo rurale” afferma Geddo.

“Il 20 dicembre abbiamo informato in Assemblea GAL, presso il CeRSAA, tutti i componenti del partenariato: nelle prossime settimane il GAL Valli Savonesi procederà all’apertura dei primi tre bandi della propria Strategia di Sviluppo Locale. I bandi riguarderanno i seguenti progetti: “Nuovi modelli per la distribuzione locale agro-alimentare”; progetto integrato “Birra”; progetto Integrato “Officinali”. La pubblicazione dei bandi avverrà sul sito Agriligurianet.it e sul sito vallisavonesigal.it, in un primo periodo in modalità consultazione, per permettere agli interessati di prendere visione della documentazione” aggiunge ancora Geddo.

“Successivamente, sarà aperta la modalità compilativa telematica e saranno indicate le scadenze entro le quali caricare sul sistema SIAN le domande dei capofila. I finanziamenti erogabili da questi primi tre bandi, per l’importo di complessivo di 220.500 mila euro, potranno attivare in una fase successiva (nel 2019) investimenti per complessivi 2.136.500 euro. Questi primi bandi sono rivolti al sostegno e alla costituzione dei Gruppi di Cooperazione che dovranno sviluppare, a seguito dell’apertura di tutte le tipologie di intervento collegate e rivolte alle imprese agricole, alle imprese artigianali e agli Enti Pubblici, tutte le azioni previste nei progetti integrati nella loro interezza” conclude il presidente Geddo.

Il progetto integrato “Nuovi modelli per la distribuzione locale agro-alimentare” risponde alla necessità di mitigare i problemi legati alle difficoltà che incontrano le imprese del territorio del GALnel marketing e nella commercializzazione dei prodotti, favorendo una produzione quantitativamente adeguata alle esigenze del mercato. Il progetto integrato “Birra” mira a valorizzare la produzione di birra artigianale a partire da materie prime prodotte nell’area GAL, favorendo l’aggregazione tra le imprese agricole e quelle artigianali di questo settore emergente e promuovendole caratteristiche peculiari del territorio. Infine il progetto integrato “Officinali” punta a valorizzare le coltivazioni ad uso estrattivo con finalità alimentari, nutraceutiche, cosmetiche, farmaceutiche e agro-farmaceutiche in aree marginali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.