IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale-Imperia: le parole degli ex Pietro Buttu e Pier Francesco Figone risultati

L'allenatore e il centrocampista commentano la partita dell'Imperia e le loro emozioni per il ritorno al Borel

Finale Ligure. Dopo dieci stagioni e 349 panchine alla guida del Finale, oggi Pietro Buttu è tornato al Borel nelle vesti di allenatore dell’Imperia. “Mi sento finalese d’adozione, quindi è stata una bella giornata” commenta.

calcio

Buttu prosegue: “Emozioni particolari. Nell’ultimo decennio non ero abituato a sedermi qua al Borel su una panchina con una divisa diversa da quella del Finale. Un’emozione particolare che pensavo di gestire meglio; però sono contento perché le emozioni sono il succo della vita e di quello che facciamo. Sono contento di aver lasciato un’impronta importante qua a Finale e sono contento oggi di aver onorato la partita facendo un gran primo tempo, essendo passati in vantaggio con merito. Il Finale ci ha recuperato con il secondo gol su una nostra ingenuità, perché la palla era nostra, però penso che alla fine il pareggio è giusto, una bella partita“.

Nel prossimo turno sarà Imperia contro Rapallo: “Adesso c’è anche una finestrina di mercato, adesso ci godiamo questa prestazione qua a Finale, questo ritorno qua, e poi da martedì pensiamo alla prossima. Non mi occupo io degli acquisti, se ne occupa la società e sicuramente farà qualcosa perché siamo leggermente corti”.

Pier Francesco Figone, anch’egli ex finalese, dichiara: “E’ stata un’emozione, qua mi sono sentito quasi a casa, mi sono trovato calcisticamente ma anche emotivamente molto bene con questi compagni ma anche con le persone che lavorano qua e quindi è stata una bella emozione. Con i nuovi compagni è andato tutto bene. Come ruolo, mi adatto alla situazione, a quello che chiede il mister: se è 4-4-2 gioco nei due in mezzo, se è 4-3-3 gioco mezzala di destra o sinistra di centrocampo”.

“Oggi siamo partiti bene, ci siamo fatti rimontare due gol e poi nel secondo tempo poteva vincere sia una squadra sia l’altra. Alla fine – conclude Figone – penso che il pareggio sia il risultato più esatto“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.