IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio comunale dei ragazzi ad Albenga, la giunta Cangiano replica a Perrone (Fi): “Polemica assurda e ridicola”

“Forza Italia pronta a dire qualsiasi cose pur d’infangare le scelte dell’amministrazione, persino ripudiare le proprie recenti decisioni”

Albenga. L’approvazione del consiglio comunale dei ragazzi ad Albenga nell’ultima seduta del parlamentino ingauno ha generato una polemica tra la sezione albenganese di Forza Italia e l’amministrazione comunale.

Il consigliere di minoranza forzista Ginetta Perrone ha criticato la scelta della giunta Cangiano etichettata come “mossa elettorale”, ma la risposta della giunta non si è fatta attendere.

“Criticano aspramente quello che solo qualche giorno fa hanno deciso di sostenere? Assurdo e francamente ridicolo, – ha tuonato il sindaco Cangiano. – Evidentemente dalle parti di Forza Italia si è pronti a dire qualsiasi cose pur d’infangare le scelte dell’amministrazione, persino ripudiare le proprie recenti decisioni. Paradossale poi che ciò avvenga per un bel progetto come quello del Consiglio Comunale dei Ragazzi”.

“Questi personaggi, profondamente consapevoli dei loro fallimenti amministrativi precedenti, non riescono evidentemente proprio ad accettare i successi di questa amministrazione, nemmeno quando riguardano scelte mirate ad allargare la partecipazione alla vita pubblica e quindi democratica della città. Se da un lato respingiamo l’infamante accusa di aver istituito questo strumento per meri scopi elettorali, accusa resa ancora più ridicola in bocca a questi soggetti, i cui comportamenti in merito sono noti a tutti, dall’altro non possiamo non sottolineare per l’ennesima volta la superficialità con la quale affrontano evidentemente il Consiglio Comunale e che li rende inadatti a ricoprire qualsivoglia ruolo amministrativo”.

“Analizziamo i fatti. Durante l’ultima seduta infatti, Forza Italia ha preferito non discutere questa questione, definendosi favorevole all’immediata votazione della delibera. In quell’occasione, quando avrebbero potuto quindi ottenere tutte le risposte del caso, i consiglieri forzisti, Perrone compresa, non hanno sollevato alcun dubbio o perplessità. Forse il pericolo di essere immediatamente sbugiardati li ha frenati, oppure chissà magari avevano già deciso di polemizzare qualche giorno dopo, per ritagliarsi un po’ di pubblicità su questo argomento agli occhi dei cittadini”.

“La verità è che se, prima di votare la delibera, avessero almeno letto il testo, condizione minima visto il loro ruolo, avrebbero trovato non solo i pareri tecnici e contabili favorevoli, ma anche il riferimento all’articolo 2 dello Statuto Comunale che prevede la promozione della partecipazione dei cittadini all’attività amministrativa del Comune. Non vi è pertanto nessuna mancanza sotto il profilo della legittimità di questa scelta”.

“Si mettano l’anima in pace questi signori, noi non siamo come loro. Non abbiamo istituito il Consiglio Comunale dei Ragazzi in vista di un appuntamento elettorale. Lo abbiamo approvato perché crediamo che sia importante per i ragazzi. Se anche Forza Italia lo avesse davvero ritenuto tale , avrebbe potuto proporlo già tra il 2010 ed il 2013, così da intestarsene il merito, invece di tentare di sminuirlo adesso con pretestuose polemiche.
Il mondo della scuola di Albenga, che è fatto di persone per bene, sicuramente più attente al bene dei ragazzi che alla propaganda politica, avrà d’ora in poi a disposizione questo nuovo strumento e deciderà come usarlo nei tempi e nei modi che riterrà più giusti”.

“Noi dell’amministrazione abbiamo guardato al futuro e al bene dei nostri studenti, non alla campagna elettorale, a quanto pare unico interesse della minoranza. Siamo orgogliosi di aver regalato questa opportunità importante ai nostri ragazzi”, hanno concluso dalla maggioranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.