IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, Anteas addobba il ponte vecchio in ricordo della tragedia di Ponte Morandi

L’idea è di utilizzare diversi maglioni da fissare alla ringhiera e "unendoli tra loro come fossero persone che si tengono per mano, creare un collegamento tra le due sponde"

Più informazioni su

Carcare. Il centro polifunzionale di Carcare ha aderito al progetto “Fili & e abbracci” dell’associazione culturale ”Zero Volume” di Villanova di Albenga che si sta realizzando in diversi comuni e realtà liguri.

“Questa iniziativa – ricorda il presidente Anteas Roberto Grignolo – consiste nella realizzazione di un ponte creativo che unisca ponente e levante attraverso una cultura di pace, di solidarietà e cura dell’ambiente in particolare per la nostra Liguria ferita anche dal crollo del ponte di Genova. Come presentato da Zero Volume si tratta di creare un ‘evento che unisca la Liguria tutta, rammendando artisticamente il grande buco lasciato dalla tragedia del ponte Morandi’. Abbiamo entusiasticamente aderito insieme al Comune di Carcare e ritenuto che un modo altamente simbolico sia quello di ‘Addobbare il ponte vecchio di Carcare’ con le creazioni che diverse persone hanno deciso di realizzare”.

“L’idea è di utilizzare diversi maglioni da fissare alla ringhiera e ‘unendoli tra loro come fossero persone che si tengono per mano, creare un collegamento tra le due sponde’. Vorremmo inoltre addobbare anche i lampioni e altre parti del ponte. L’obiettivo è finire il progetto per il 14 dicembre a quattro mesi dal crollo. Naturalmente resterà per le feste natalizie questo ‘angolo colorato’. Ci farebbe molto piacere che altre persone aderissero portando in particolare maglioni che non si indossano più, ma che sarebbero utilizzati per un messaggio e un impegno positivo”.

“Chi volesse rendersi disponibile su questo progetto può telefonare al centro Polifunzionale di Carcare al numero 019 510169 nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì con orario 15-18 oppure al numero 373 5237709”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.