Riconoscimento

Cairo Montenotte, la Fondazione Bormioli premia l’Avo valbormidese

“Per l’impegno profuso da oltre venticinque anni a favore della popolazione locale”

Fondazione Bormioli premia Avo valbormidese

Cairo Montenotte. Nel pomeriggio di sabato 22 dicembre, alle 17, nelle Salette di Via Buffa, a Cairo Montenotte, la Fondazione Bormioli consegnerà un attestato di riconoscenza l’associazione valbormidese dei Volontari ospedalieri “per l’impegno profuso da oltre venticinque anni a favore della popolazione locale”.

“L’Avo, infatti, – hanno spiegato dalla Fondazione, – è presente attraverso i suoi operatori volontari nelle strutture ospedaliere e per anziani del territorio valbormidese, accanto alle persone che si trovano in difficoltà per condizioni di salute o per l’età avanzata”.

“La Fondazione Bormioli, attraverso la figura del suo presidente, il  Pier Luigi Vieri, con l’attribuzione di una pergamena ricordo e di un contributo all’Avo, nell’esprimere riconoscenza e gratitudine alla benemerita associazione di volontariato, si pone sulla linea di intenti del fondatore, l’avvocato Angelo Bormioli (1913-2005), che fu sempre sensibile e generoso, pur intervenendo con la massima discrezione, anche nei confronti delle strutture sanitarie della nostra zona”.

“Del resto le attività portate avanti dalla Fondazione Bormioli alla luce del binomio ‘solidarietà e cultura’ rinnovano l’impegno del fondatore ed incarnano pienamente le sue volontà testamentarie. La Fondazione Bormioli ha infatti realizzato l’Asilo nido “Nilde Bormioli”, annesso al Bertolotti; ha sostenuto quest’ultima istituzione educativa, ha realizzato la residenza per anziani in via Buffa, pienamente funzionante, ed ha attivato le Salette Arte e cultura”.

“Al termine della cerimonia di sabato, poi, alle 17,30, si terrà un appuntamento dell’Accademia, con le “Conversazioni natalizie” con Rocco Peluffo, che parlerà della cerimonia del Confuoco ed altro. Peluffo, savonese con “radici” a Cosseria, è stato presidente dell’associazione “A Campanassa” ed ora, ancorché infaticabile nonagenario, continua a dedicarsi alla cultura e alle tradizioni locali”, hanno concluso.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.