IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alessandro De Blasi del Kombat Team Alassio è il “Miglior Coach Fcr d’Italia”

Dopo un anno costellato di successi per i suoi atleti, ieri la premiazione dell’allenatore a Sportilia (Forlì-Cesena)

Alassio. Il Kombat Team Alassio non smette più di stupire e dopo un 2018 costellato di successi per i suoi atleti, questa volta è toccato all’allenatore quarantaseienne Alessandro De Blasi l’onere e l’onore di finire in prima persona sotto i riflettori del grande pubblico.

Alessandro De Blasi coach Alassio

Proprio così perché il coach alassino d’origine, che oggi vive ad Albenga, è stato eletto ieri a Sportilia (Forlì-Cesena) “Miglior coach Fight Code Rules d’Italia” della federazione “Fight1”, la più importante tra gli sport da combattimento a livello nazionale.

“Sono molto orgoglioso del risultato raggiunto. Partire da una realtà piccola come Alassio e trovarsi ‘davanti’ a realtà molto più grandi e con molte più possibilità non può che essere motivo di soddisfazione. Un risultato che non riesco a vedere come personale, ma come frutto del lavoro e dei sacrifici di tutto il mio team, che ringrazio dal profondo del cuore”, il commento a caldo di De Blasi.

E il coach, numeri alla mano, sembra proprio esserselo meritato questo riconoscimento. Solo nel 2018 è riuscito a portare 3 suoi atleti nell’Olimpo degli sport da combattimento: l’alassino Stefano Fanelli ha trionfato al “War Hyères Fight” diventando Campione del Mondo dell’universo Iska ed è stato insignito dell’Alassino d’Oro dal sindaco Marco Melgrati; Vittorio Iermano si è confermato per la sesta volta Campione italiano della Federazione “Fight1”; il moldavo ‘trapiantato’ ad Albenga Dragos Zubco, infine, ha vinto il titolo europeo WKN.

“E’ il riconoscimento dello straordinario lavoro svolto e dei risultati conseguiti nel corso di quest’ultima stagione – commenta Roberta Zucchinetti, consigliera incaricata allo sport del Comune di Alassio -. Con il Kombat Team, il nome di Alassio è volato ai massimi livelli dello sport nazionale e internazionale. Parliamo di successi indiscutibili che, insieme a quelli dei numerosi sportivi che si sono segnalati nel corso dell’anno, danno solo lustro allo sport alassino. Come ho già avuto modo di dire, con l’amministrazione stiamo valutando un evento nel corso del quale dare a tutti loro il giusto riconoscimento per i  titoli conquistati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.