Fermi

Albenga, saltano i lavori di ristrutturazione per le nuove aule del liceo artistico: Maurizio Arnaldi scrive al presidente della Provincia

"Gli alunni e i docenti del Giordano Bruno continueranno a subire gravi disagi nello svolgimento delle lezioni"

tribunale albenga

Albenga. “Carissimo presidente, volevo informarla che, a quanto ci risulta, i lavori di ristrutturazione previsti per la pausa scolastica di fine anno e necessari per attrezzare le nuove aule del liceo artistico nel palazzo Falcone-Borsellino non verranno realizzati e di conseguenza gli alunni e i docenti del Giordano Bruno continueranno a subire gravi disagi nello svolgimento delle lezioni”. Inizia così la lettera che Maurizio Arnaldi, consigliere comunale di Albenga con delega all’istruzione, ha indirizzato al presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri.

Una situazione che Arnaldi non esita a definire “grave” e tenta di spiegare con una piccola cronistoria “a uso e consumo” del neo “numero uno” di Palazzo Nervi: “Nel mese di febbraio, a conclusione delle preiscrizioni, la dirigente Simonetta Barile si è rivolta all’amministrazione di Albenga per richiedere, come già negli anni passati, ulteriori aule per accogliere i nuovi iscritti in quanto la Provincia non era in grado di gestire il costante fenomeno di aumento dei ragazzi. Da subito il sindaco Giorgio Cangiano si è fatto carico di una responsabilità non di sua competenza e per spirito di responsabilità, alla presenza dei funzionari e dei tecnici della Provincia ha reso disponibili ulteriori aule e soprattutto l’ampio atrio voltato coperto da una splendida vetrata, luogo ideale per realizzare un laboratorio di disegno unico in tutte le scuole della Liguria, a detta degli stessi insegnanti di discipline artistiche del liceo”.

“Nel mese di settembre, all’inaugurazione dell’anno scolastico, i ragazzi e i docenti sono venuti a conoscenza della indisponibilità delle aule in quanto i lavori di adeguamento spettanti alla Provincia, non erano ancora iniziati, con la promessa da parte del consigliere provinciale con delega all’istruzione Eraldo Ciangherotti che si sarebbe provveduto nella pausa delle vacanze natalizie”.

“Non poter rispettare gli impegni presi comporta un forte disagio, dovuto alla rotazione delle classi e delle lezioni, ma soprattutto un grave fallimento della politica e la dimostrazione che non bastano le promesse per saper amministrare specie quando gli impegni attesi dipendono da fattori di carattere tecnico che non siamo in grado di gestire. Ritengo sia una cosa gravissima il protrarsi, probabilmente per tutto l’anno scolastico, del disagio pazientemente sopportato dal dirigente, dal corpo docenti e dai ragazzi, amareggiati di avere vicino delle aule e di non poterle utilizzare, forte è la delusione di tutta la nostra amministrazione di aver ‘donato’ invano il proprio patrimonio immobiliare, grande il rammarico mio personale di aver sottratto risorse alle scuole della mia città senza che ad oggi questo sacrificio sia servito a qualcosa”.

“Ho avuto l’onore di conoscerla durante il suo incontro di presentazione con la maggioranza del comune di Albenga insieme ad altri sindaci del territorio quando aveva presentato la sua candidatura unitaria per tutta la provincia prospettando l’ipotesi che il futuro consiglio provinciale ‘sarà l’espressione dei sindaci e delle maggioranze dei vari comuni’ in quanto meglio rappresentative dell’interesse del proprio territorio. Le chiedo di porre la massima attenzione al futuro delegato all’istruzione che non potrà essere, a suo dire, il consigliere in carica, essendo in minoranza nel Comune di Albenga”.

“Abbiamo bisogno di una persona che sappia svolgere con serietà i propri compiti istituzionali che non spenda promesse non realizzabili per soli fini elettorali giocando sulla pelle di quei ragazzi che rappresentano il bene più alto per il futuro della nostra Provincia”, conclude Arnaldi.

leggi anche
tribunale albenga
Botta e risposta
Aule nell’ex tribunale di Albenga, Ciangherotti (Fi) replica ad Arnaldi: “Fa terrorismo con falsi allarmismi”
tribunale albenga
Albenga
Querelle sulle aule dell’ex tribunale, il presidente della Provincia: “I tempi della nota di Arnaldi volutamente provocatori”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.