IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro, visite guidate e sagre: ricco e variegato “menù” di eventi nel fine settimana savonese

A Savona va in scena "Il Barbiere di Siviglia", a Finale e Varazze i 100 anni dalla Grande Guerra

Provincia. Con la cultura non si mangia… ma si cresce! Dall’arte al teatro, dalla musica alle visite guidate sono diversissimi gli eventi di questo genere (e non solo) a cui potremo assistere o prendere parte nelle giornate di venerdì 2 e sabato 3 novembre.

Degni di nota sono soprattutto gli appuntamenti che ricordano il centesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale. L’antica Fortezza di Castelfranco di Finale Ligure ospiterà un coinvolgente racconto artistico delle emozioni, dei desideri e delle ossessioni vissute “in prima linea” da alcuni prigionieri di guerra. L’Ensemble Vivaldi si esibirà in un concerto a Varazze per omaggiare i tanti giovani che, nonostante i disagi della trincea, seppero trovare l’ispirazione musicale per sopravvivere all'”inutile strage”.

Per il resto gli Amici di Casa Jorn danno alle famiglie l’opportunità di visitare a prezzo ridotto la casa museo dell’artista danese ad Albissola Marina e ai ragazzi di partecipare ad un bellissimo gioco di ruolo a squadre proprio negli stessi spazi museali. Dopo il grande successo de “La modista raggiratrice” l’Opera Giocosa metterà in scena al Chiabrera “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini: nel cast anche trenta studenti delle scuole superiori savonesi.

Oltre alla cultura questo week-end sarà però anche a tinte “verdi”: alla Fratellanza Leginese potremo cenare con piatti tipici a base di ceci e cotenne mentre Roccavignale sarà una “fattoria” a cielo aperto con la nuova edizione di “AgriFarm”.

Il calendario degli eventi in provincia presenta sempre qualcosa da fare, vedere e gustare. Scopriteli in questa guida e nella nostra aggiornatissima agenda IVG Eventi.

villa Jorn

Albissola Marina. In occasione del ponte legato alla festività di Ognissanti l’Associazione Culturale Amici di Casa Jorn organizza la rassegna autunnale “In fondo alla Cantina”. Passeggiando accompagnati da una guida esperta nella casa del danese Asger Jorn si potrà cogliere tutte le sfumature autunnali del giardino e scoprire segreti e curiosità sull’artista e sulla sua abitazione.

Le visite d’autunno saranno a prezzo ridotto e si terranno sabato 3 e domenica 4 novembre con il primo turno alle ore 11 e il secondo turno alle ore 15. La prenotazione è consigliata. L’ingresso è a pagamento: 5 € a persona, bambini sino a 11 anni gratis.

Sabato 3 novembre su più turni a partire dalle ore 16 i ragazzi potranno vivere un’esperienza diretta e partecipata di gioco negli spazi museali interni ed esterni volta a stimolare la loro fantasia e ad incuriosirli. L’iniziativa si chiama “Fuga dal Museo” ed è un gioco di ruolo a squadre organizzato in collaborazione con l’Associazione Tagliate Senza Frontiere. La prenotazione è obbligatoria e il costo è di 8 € a testa.

Infine non mancheranno l’uva e il vino. Venerdì 2 novembre potrete assaggiare l’arte: partecipando a Tastin’ Paintings scoprirete i segreti di affascinanti capolavori attraverso le papille gustative.

“In fondo alla cantina” – Rassegna di eventi alla Casa Museo Jorn

Castelfranco Finale Ligure

Finale Ligure. Per il ciclo di eventi che celebrano il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale dal titolo “La Grande Guerra del Finale – Tracce Storie Memorie”, realizzato in collaborazione con il Comune di Finale Ligure e l’Archivio Ligure della Scrittura Popolare dell’Università degli Studi di Genova, sabato 3 novembre alle ore 17 nella suggestiva cornice della Fortezza di Castelfranco a Finalmarina sarà inaugurata la mostra personale di Johnny Hermann “Della fame il conforto”.

In quelle che furono le celle dei prigionieri austroungarici saranno esposte delle installazioni site specific liberamente ispirate al Ricettario di Arte Culinaria compilato nel 1918 dal sottotenente Giuseppe Chioni, prigioniero italiano di Cellelager in località Scheuen, Germania.

Quattro temi principali, l’Attesa, il Pensiero, il Sogno e la Catalogazione, mediante i quali l’artista metterà in luce aspetti legati al cibo, alla fame e ad altri concetti meno consueti nell’analisi del conflitto e saranno sviscerati aspetti reconditi dell’animo dei prigionieri anteponendo la natura umana alla condizione militare. Un’esperienza tanto illusoria quanto concreta racconta la visione di Johnny Hermann attraverso una serie di installazioni atte a raccontare sensazioni, desideri e ossessioni dei prigionieri.

Il protagonista non è il dramma bensì una visione onirica comune per fuggire con la mente oltre il filo spinato della prigionia. Un viaggio nelle illusioni dettate prevalentemente dalla scarsità di cibo e dall’interruzione dell’invio di pacchi alimentari che, per volere dello Stato italiano, dai primi mesi del 1918 rese la permanenza nei Lager ancor più dura di quanto non fosse stata nei precedenti anni. Un pensiero lucido e colmo di disincanto sulla società di allora, una critica sottile ma affilata sposta il punto di vista da quello di uno Stato tronfio del proprio delirio di onnipotenza ad uno ben più concreto: la mera sopravvivenza.

La mostra è dedicata a Romolo Cappelli, giovane soldato Finalese condannato a morte mediante fucilazione dal Tribunale Militare Italiano e successivamente “dimenticato”. Introduzione all’esposizione a cura di Fabio Caffarena Storico dell’Università di Genova. L’esposizione sarà visitabile fino a domenica 11 novembre dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 18:30, sabato e domenica dalle 9:30 a mezzogiorno e dalle 15:30 alle 18:30.

“Della fame il conforto” – Mostra sulla Grande Guerra

Asino stalla

Roccavignale. Sabato 3 e domenica 4 novembre si tiene AgriFarm 2018, una grande manifestazione improntata sull’allevamento dei piccoli animali domestici e della fattoria. All’interno dell’evento si svolgerà la prima mostra avicola del NordOvest con la partecipazione delle associazioni di Lombardia, Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria. Saranno protagonisti i polli, le anatre, le oche, le faraone, i conigli e i tacchini provenienti da tutto il NordOvest italiano.

L’iniziativa è promossa da Liguriavicola, associazione aderente a FIAV Federazione Italiana Associazioni Avicole. La location della manifestazione saranno gli spazi in località Valzemola, dove verrà occupata una superficie espositiva di 3mila metri quadrati. Saranno presenti 800 soggetti (700 avicoli e 100 conigli) in esposizione nelle varie rassegne e concorsi interregionali. Presenti anche alcuni capi di ovini, caprini e asini.

Gli spazi espositivi saranno aperti al pubblico sabato 3 novembre dalle 8 alle 19 e domenica 4 novembre dalle 8 alle 17. Sarà possibile usufruire gratuitamente del parcheggio attiguo.

AgriFarm 2018 a Roccavignale

Savona. Dopo il grande successo de “La modista raggiratrice” di Giovanni Paisiello la Stagione Lirica Autunno 2018 dell’Opera Giocosa prosegue sabato 3 novembre alle ore 20 al Teatro Chiabrera con un’altra nuova produzione: “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini, melodramma buffo in due atti eseguito dall’Orchestra della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova diretta da Aldo Sisillo e dal Coro del Teatro dell’Opera Giocosa diretto da Gianluca Ascheri.

Rossini è tradizionalmente contrapposto proprio a Paisiello, una competizione che si può così idealmente rivivere sul palco del Chiabrera, nella nuova produzione del Teatro dell’Opera Giocosa immediatamente successiva alla “Modista raggiratrice”. L’allestimento, nel centocinquantesimo anniversario della morte del compositore pesarese, vede il debutto nel titolo della regista Stefania Panighini.

Gli interpreti sono Manuel Amati (il Conte d’Almaviva), Matteo Peirone (Don Bartolo), Aurora Faggioli (Rosina), Enrico Maria Marabelli (Figaro), Alejandro Lopez (Don Basilio), Simona Di Capua (Berta), Giulio Ceccarelli (Fiorello), Riccardo Montemezzi (un ufficiale).

In scena anche trenta studenti delle scuole superiori savonesi. Liceo Orazio Grassi di Savona: Adassery Kathryn, Agnolucci Pietro, Barcella Matteo, Borgognoni Anna, Braga Corinne, Bruzzone Lucrezia, Bruzzone Micol, Colombo Marianna, Costanzo Alessia, Dalmazzo Davide, Delfino Alessandro, Di Maio Gabriele, Giana Armando, Kertusha Klea, Manitto Matilde, Merialdi Michela, Piccollo Mattia, Prefumo Matteo, Simiras Maura, Vigneto Alessio, Zunino Martino. Liceo San Giuseppe Calasanzio di Carcare: Astengo Andrea, De Sanctis Sasha, Di Tullio Martina, Ferguson Tallulah, Suetta Jedi, Giribone Giorgia, Houbady Omayma, Rebellino Giulia, Venturino Aurora.

La Stagione Autunno 2018 dell’Opera Giocosa prosegue dunque con una nuova produzione condotta sul filo della vitalità. Non solo gli interpreti sono giovani cantanti selezionati per merito, che la direzione dell’istituzione savonese vuole contribuire a lanciare, ma la regia ha coinvolto un gruppo di ragazzi che partecipano alla messinscena come mimi, offrendo un’immagine di grande energia integrata nell’impostazione scenica dello spettacolo.

Il melodramma fu rappresentato la prima volta il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina di Roma. Narra l’amore del Conte d’Almaviva per Rosina, pupilla di un vecchio e avaro dottore, Don Bartolo. Deus ex machina di questa sogno apparentemente impossibile è Figaro, il barbiere di Siviglia, conosciuto, apprezzato e richiesto da tutti, don Bartolo compreso. Figaro spinge l’innamorato a tentare la sorte, ma lo consiglia di fingersi un altro, il giovane Lindoro, povero e sincero. Matrimonio finale con trionfo di sentimenti e musica indimenticabile.

“Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini al Teatro Chiabrera

Da stasera alla SMS Leginese “Milleluci” di Savona ritorna la tradizionale Sagra “Ceci & Cotenne

Savona. Sabato 3 novembre sera dalle ore 19 ritorna “Ceci & Cotenne”, la tradizionale sagra d’autunno organizzata dalla Società di Mutuo Soccorso Fratellanza Leginese e dal Circolo Milleluci ARCI presso la sede sociale di via Gabriello Chiabrera 4, nel quartiere Legino.

Con le loro sapienti mani i volontari e le volontarie della Società e del Circolo prepareranno numerose e gustosissime specialità culinarie: ceci e cotenne, polenta, tagliatelle, cinghiale, spiedini e tanti altri piatti per tutti i gusti.

La sagra unisce la riscoperta delle tradizioni gastronomiche alle attività sociali e di volontariato delle due associazioni leginesi. Infatti il ricavato dell’iniziativa servirà per sostenere le numerose attività sociali e mutualistiche che i sodalizi aderenti ad ARCI Savona realizzeranno nei prossimi mesi.

Inoltre domenica 4 novembre dalle ore 15:30 caldarroste, focaccette e tire per tutti e tutte.

“Ceci & Cotenne” – Tradizionale sagra d’autunno alla Fratellanza Leginese

Mandolino

Varazze. Sabato 3 novembre alle ore 16:30 nell’Oratorio Nostra Signora Assunta, a cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale, l’Ensemble Vivaldi di Savona terrà il concerto “Il mandolino in trincea”: musica, poesie, proiezioni, per non dimenticare.

L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura della Città di Varazze in collaborazione con l’Associazione ‘U Campanin Russu e vuole essere un omaggio ai tanti giovani che, nonostante i disagi della trincea, seppero trovare spazi di poesia e musica per sopravvivere all’inutile strage.

“Il mandolino in trincea” – Concerto dell’Ensemble Vivaldi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.