IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sfilata di carnevale, rievocazione storica e un tricolore da Guinness: tutte le iniziative del Forum Culturale di Borghetto foto

I dettagli del programma sono stati presentati questa mattina

Borghetto Santo Spirito. Una mostra fotografica sull’affondamento del “Città di Sassari” e del “Transilvania”, una conferenza sulla battaglia napoleonica del 1794 (in occasione della quale fu rasa al suolo la chiesetta di Madonna degli Angeli), la “Festa della Val Varatella” con protagonisti i prodotti tipici e le tante peculiarità della valle che si spinge fino oltre Balestrino, la grande festa patronale di San Matteo, un “tricolore da Guinness dei Primati” e soprattutto il “Carnevalissimo” con la presentazione delle nuove e vecchie maschere ispirate a personaggi storici e folkloristici della città e alle sue tradizioni. E’ tutto riassunto nello slogan “Perché Borghetto Piace” lo spirito con cui il Forum Culturale di Borghetto Santo Spirito ha elaborato il ricco calendario di eventi che animerà la cittadina rivierasca fino al mese di ottobre del prossimo anno.

Forum Culturale Borghetto

I dettagli del programma sono stati presentati questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala consiliare del municipio di piazza Italia, a cui hanno preso parte il sindaco Giancarlo Canepa, l’assessore Cinzia Vacca, il presidente del consiglio comunale Alessandro Sevega, il consigliere delegato alla cultura Maria Carla Calcaterra, il capogruppo di maggioranza Alessio D’Ascenzo ed i rappresentanti del Forum, il presidente Marco Viara, la vice presidente Elena Gandolfo, il segretario Santino Puleo ed i due tesorieri Ivana Naviganti e Maria Teresa Di Caro.

Ad aprire l’incontro è stato il primo cittadino borghettino, che ha notato: “In campagna elettorale avevamo sottolineato come fosse necessario ricreare, su questo territorio, un forte spirito di comunità e nuove sinergie tra l’amministrazione e le varie realtà che animano la città. Quanto fatto finora dal Forum Culturale è la dimostrazione di come questo spirito sia finalmente tornato e, soprattutto, abbia portato al recupero di alcune delle tradizioni che da sempre fanno parte della cultura della nostra città e alla creazione di nuove iniziative che, siamo certi, entreranno a far parte di questo stesso patrimonio”.

Forum Culturale Borghetto

Elena Gandolfo, ha poi tratteggiato la storia recente del gruppo di lavoro, i cui membri si sono ritrovati prima su Facebook e poi sono “confluiti” nel Forum: “Tramite la pagina ‘Borghetto Attività, Idee e Bellezza’ siamo riusciti ad organizzare una mostra sul relitto del ‘Città di Sassari’, che giace sul fondale davanti a Borghetto. In seguito, grazie anche al supporto dell’amministrazione comunale, abbiamo fatto confluire le energie di chi ha contribuito ad organizzare quella iniziativa nel Forum Culturale, che, operando da anni nella nostra città, ha un notevole bagaglio di esperienza”.

Per tramite di Santino Puleo, referente ligure del Centro di Coordinamento delle Maschere Italiane di Parma, il nuovo Forum Culturale ha iniziato a lavorare al suo primo progetto, cioè la creazione delle nuove maschere della città: “Il primo personaggio a cui abbiamo dato vita è U Cillu, che si ispira ad una figura realmente esistita e dotata di un carattere estremamente goliardico. Poi, cercando di coniugare le caratteristiche delle maschere carnevalesche con le tradizioni proprie del nostro territorio, abbiamo dato vita alla Principessa Perseghina e alla sua corte (con costumi a cura di Ivana Naviganti) e a Cianta Côi, che sarà svelato tra qualche mese”.

Nei mesi scorsi il Forum Culturale ha presentato i propri progetti in occasione di diverse manifestazioni “carnevalesche” in Italia: in ultimo, le maschere borghettine sono state ricevute anche in udienza dal papa.

Il frutto di questo lavoro sarà il “Carnevalissimo” in programma il prossimo 27 gennaio, a cui sono state invitate oltre 300 maschere italiane. Ad aprire la festa sarà la consegna delle chiavi della città (realizzate dal maestro cartapestaio Giampaolo Ponteprino) al sindaco Canepa.

Tra gli altri eventi di punta del calendario di manifestazioni del Forum Culturale sarà la conferenza-rievocazione della battaglia napoleonica del 1794 in programma domenica 28 aprile e il ritorno del Premio Letterario Nazionale Città di Borghetto, che mancava ormai da due anni (l’ultima edizione è del 2016) e che si svolgerà domenica 7 luglio. Ancora, sabato 24 agosto i bagni marini tenteranno di realizzare “il tricolore più grande del mondo” che aspira ad entrare nel Guinness dei Primati e il 13 ottobre verrà presentato “Ö lunaiu du Burhettu”, frutto di una ricerca storica degli antichi detti e proverbi dialettali che scandivano i mesi dell’anno a Borghetto.

Forum Culturale Borghetto

Insomma, un ricco calendario per rinverdire le tradizioni che da sempre caratterizzano Borghetto e per restituire vitalità (anche culturale) alla città.

“Il Forum Culturale è ora estremamente vitale – conferma il consigliere delegato alla cultura Maria Carla Calcaterra – e pronto a realizzare innumerevoli iniziative. Il gruppo che si è costituito rappresenta la sintesi perfetta tra l’anima storica del Forum, che tanto ha contribuito alla crescita culturale della città, e l’anima nuova, che può contare sulle idee e le energie delle nuove generazioni. Senza l’iniezione di queste stesse energie e idee ed in assenza di risorse pubbliche, portare avanti iniziative e proposte sarebbe impossibile. La voglia di fare è in grado di sopperire alla mancanca di risorse economiche”.

Ma le idee e le energie non sono mai abbastanza: ecco quindi che i rappresentanti del Forum Culturale invitano tutti (specialmente i più giovani) ad iscriversi, per dare una mano a riscoprire il patrimonio culturale e storico della città.

Qui tutto il programma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.