IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie C: termina a Vercelli la breve striscia positiva dell’Albissola risultati

Biancazzurri piegati da un gol ad una manciata di minuti dal termine, dopo una gara poverissima di occasioni da rete

Albissola Marina. A Vercelli è andato in scena uno scontro tra matricole, due squadre provenienti dalla Serie D che puntano a raggiungere la salvezza: Gozzano contro Albissola.

I rossoblù arrivavano da un pareggio e due vittorie; una striscia positiva che li ha rilanciati nelle posizioni intermedie della classifica. I Ceramisti erano reduci da due successi che hanno permesso loro di abbandonare l’ultimo posto. Erano di fronte le due squadre del girone A che hanno subito più reti.

Oggi le due difese hanno tenuto, complice un atteggiamento prudente di entrambe le squadre e, al tempo stesso, la loro incapacità di costruire azioni da rete. Il Gozzano ha fatto vedere qualcosa in più, ma l’Albissola ha ridotto al minimo i pericoli corsi. Fino a 6′ dal termine, quando ha incassato il gol che si è rivelato decisivo.

La partita. Antonio Soda schiera il Gozzano con un 3-5-2: Casadei; Emiliano, Bini, Tordini; Petris, Graziano, Grossi, Palazzolo, Evans; Carletti, Rolando.

A disposizione ci sono Brugnoni, Mane, Romeo, Messias, Silvestroni, Acunzo, Tumminelli, Gemelli, Rizzo, Rolfini, Libertazzi, Secondo.

Bellucci manda in campo un 4-4-1-1 con Piccardo; Oliana, Rossini, Gargiulo, Mahrous; Calcagno, Raja, Sibilia, Bezziccheri; Martignago; Cais.

In panchina ci sono Bambino, Albertoni, Sancinito, Balestrero, Gulli, Russo, Durante, Bartulovic, Bennati, Gibilterra, Nossa, Silenzi.

Dirige la partita Enrico Maggio della sezione di Lodi, coadiuvato da assistenti Fabrizio Giorgi (Legnano) ed Emanuele De Angelis (Roma 2). I locali sono in completo blu, con inserti rossi sulla maglia; liguri con la classica divisa bianca con banda trasversale sulla maglia.

Partono meglio i locali; maggior possesso palla e al 5° una una conclusione di Rolando viene respinta dalla difesa albissolese. Al 7° cross di Petris dalla destra, in area riceve Rolando che calcia sul fondo.

Al 10° la prima iniziativa dell’Albissola: Bezziccheri dalla destra mette in mezzo, Martignago in area colpisce di testa ma manda alto.

Il gioco langue; la partita vive fasi di stanca nelle zone centrali del campo. Al 18° i biancazzurri guadagnano il primo angolo, Casadei esce col pugno e la difesa locale sventa.

Al 20° Gozzano pericoloso: Petris va ancora via sulla destra, mette la palla in area dove Graziano, da ottima posizione spara alto.

Al 21° Martignago calcia in area una punizione dalla trequarti, la retroguardia rossoblù si rifugia in angolo.

Prima il Gozzano e poi l’Albissola provano a rendersi insidiosi con calci da fermo, ma non sfruttano le opportunità.

Al 25° Emiliano ferma in corner Martignago. Dalla bandierina va lo stesso numero 10 che calcia troppo sotto e il portiere fa sua la sfera.

Al 29° Graziano entra nell’area ligure e poi cade, toccando il pallone con una mano: punizione per l’Albissola.

Al 34° la squadra di mister Bellucci se la vede brutta: Carletti al limite riceve palla, controlla e sfodera una rovesciata tanto spettacolare quanto efficace, con Piccardo che respinge sul palo.

I Ceramisti soffrono sulla sinistra, dove Oliana fatica a contenere Petris; al 36° serve Carletti che dà a Rolando: Rossini lo chiude con tempismo. Il Gozzano fa la partita; i biancazzurri agiscono di rimessa.

L’Albissola reagisce al momento favorevole ai locali e al 39° si spinge in avanti con un cross di Mahrous per Cais, anticipato da Bini che sventa.

Al 45° la prima ammonizione: ne fa le spese Bini per un fallo su Cais. La susseguente punizione viene calciata malamente da Martignago.

Un minuto di recupero, poi il duplice fischio: all’intervallo è 0 a 0.

Comincia il secondo tempo. Le squadre appaiono ancor più abbottonate. Al 6° Emiliano calcia da fuori area: ampiamente fuori misura.

Al 9° il primo cambio, tra i rossoblù: entra Messias al posto di Graziano. Al 12° viene ammonito Gargiulo per un fallo su Palazzolo; la conseguente punizione dal limite viene respinta dalla barriera.

Dopo un tentativo velleitario di Mahrous da distanza siderale, il Gozzano guadagna un angolo con Evans. Lo batte Grossi, Piccardo respinge con i pugni.

Albissola per la prima volta pericolosa al 19°: Mahrous riceve palla al limite, stoppa e calcia a rete, alto di poco sopra la traversa.

Al 20° Martignago guadagna una punizione ai venti metri; il tentativo di Mahrous è respinto.

Al 28° Bezziccheri ferma irregolarmente Evans e viene ammonito. Al 29° Soda cambia due giocatori: entrano Libertazzi e Tumminelli, escono Carletti e Petris.

Tumminelli si fa subito notare guadagnando un corner, ma la difesa ligure fa buona guardia. Al 31° Bellucci inserisce Balestrero al posto di Bezziccheri. Sempre più Gozzano che Albissola; tattica attendista dei liguri che badano prima di tutto a non prenderle, provando qualche ripartenza quando possibile.

Al 36° debutta Silenzi, che prende il posto di Cais.

Al 38° quarta sostituzione tra i novaresi: Rolfini per Rolando.

Messias conquista un calcio d’angolo. La batte Grossi, la difesa albissolese libera. Ma l’azione del Gozzano riprende: Tumminelli crossa dalla destra, in area incorna Libertazzi ed è il gol dell’1 a 0, al 39°.

Bellucci non perde tempo e manda in campo Russo al posto di Mahrous. Al 42° viene ammonito Rossini, che ferma con un fallo di frustrazione Palazzolo.

Al 44° una punizione calciata da Grossi dà il via ad un batti e ribatti in area, poi Piccardo fa sua la sfera.

L’arbitro assegna quattro minuti di recupero. L’Albissola si getta disperatamente all’attacco. Al 47° Raja conclude: alto. Poi, due corner ravvicinati: sul secondo sale anche Piccardo, ma non c’è nulla da fare.

Ripartenza dei locali, Messias si trova a tu per tu con Piccardo che si oppone e gli nega il raddoppio. Subito dopo arriva il fischio finale.

Il Gozzano batte per 1 a 0 l’Albissola, che fa parte del gruppo delle penultime ma ha lo svantaggio di aver giocato più partite rispetto alle concorrenti per la salvezza. I biancazzurri torneranno in campo domenica 25 novembre, alle ore 16,30, a Chiavari, contro la Pro Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.