IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione Liguria alla “prova” del vaccino antinfluenzale: il presidente Toti il primo a vaccinarsi

L’ente regionale ha lanciato la campagna di vaccinazione "Influenza o vaccino? Fai la scelta giusta, chiama il tuo medico"

Regione. Regione Liguria dà la possibilità a tutti i suoi dipendenti di accedere gratuitamente al vaccino antinfluenzale e il presidente Giovanni Toti, per dare il buon esempio, sarà il primo a vaccinarsi domani, martedì 27 novembre, alle 9,45, in consiglio regionale prima dell’inizio della seduta.

Regione Liguria ha lanciato la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2018-2019, dal titolo “Influenza o vaccino? Fai la scelta giusta, chiama il tuo medico”. La campagna è partita il 5 novembre e si concluderà il 31 dicembre, in vista del periodo di maggiore presenza del virus. Il vaccino è gratuito, oltre che i dipendenti regionali, per gli over 65 e alle categorie a rischio, come chi è affetto da malattie croniche.

“Il nostro obiettivo – spiega l’assessore alla Sanità Sonia Viale – è quello di incrementare le percentuali di copertura del vaccino, che resta l’unico rimedio efficace contro il virus influenzale. Nel 2017, a livello regionale si è vaccinato il 50,1 per cento degli over 65. È un dato che non si discosta molto dalla media nazionale (52,7 per cento), ma che rimane insufficiente in una regione in cui gli over 65 rappresentano un fetta importante della popolazione, esposta a complicanze, in caso di infezione, per i soggetti già affetti da altre patologie”.

“Senza contare che il ricorso al vaccino ha anche l’effetto di alleggerire il ricorso al Pronto soccorso in caso di codici bianchi e verdi: più persone si vaccinano, più la macchina del primo soccorso ha la possibilità di restare snella ed efficiente”, ha concluso.

“È la prima volta che questa iniziativa viene avviata in Regione Liguria. Si tratta di un servizio a favore dei dipendenti, ma che migliorerà l’efficienza e la produttività dell’Ente, riducendo le assenze per malattie. Ci auguriamo che le adesioni siano particolarmente numerose”, ha aggiunto Paolo Sottili, direttore del personale dell’ente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.