IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, il consiglio approva l’odg per trattenere la quota Imu nei Comuni danneggiati dal maltempo

Pastorino (Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria): “Così valuteremo la reale propensione del Governo a tutelare le autonomie locali”

Regione. Ha ottenuto il voto unanime del Consiglio regionale l’ordine del giorno, promosso dal Gruppo del Pd, con il quale si chiede che i sindaci liguri dei Comuni colpiti dal maltempo possano trattenere la quota Imu riservata allo Stato, per riparare i danni causati dalle perturbazioni dei giorni scorsi.

“Parliamo di una prima stima approssimativa di 200 milioni di euro di danni – si legge nell’dg – E visto che i Comuni della costa e dell’entroterra colpiti sono stati danneggiati in maniera diversa per la tipologia del territorio, ma versano tutti in difficoltà economiche e fanno fatica a far fronte al ripristino, e considerato che il 5 novembre, in una riunione in Prefettura, alla presenza del presidente Toti, del Prefetto e di tutti i sindacati della Città Metropolitana, il sottosegretario alla Presidente del Consiglio Giorgetti ha accolto la proposta dei primi cittadini sulla trattenuta Imu” i consiglieri regionali di tutti gli schieramenti chiedono al governatore “di farsi parte attiva col governo affinché si avviino le procedure per confermare la percorribilità di tale proposta”.

“Un passaggio importante, in cui il presidente Toti e la giunta dovranno essere parte attiva, – ha dichiarato Gianni Pastorino (Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria). – Così valuteremo la reale propensione di questo Governo a tutelare e potenziare le autonomie locali. La Lega, in particolare, ne ha fatto un punto programmatico sostanziale; ora avrà la possibilità di dimostrarsi all’altezza della situazione, dando seguito alle istanze dei territori liguri messi in ginocchio dalle calamità”.

“I danni dell’alluvione che ha colpito la Liguria il 29 e 30 ottobre si calcolano in 200 milioni di Euro. Quindi, le misure per la messa in sicurezza e il ripristino devono essere attivate immediatamente, per consentire la più rapida ricostruzione delle infrastrutture pubbliche e la riconnessione del tessuto economico devastato”.

“Il 5 novembre, in una riunione avvenuta in Prefettura alla presenza di Toti e dei sindaci di Città Metropolitana di Genova, il sottosegretario leghista Giorgetti ha accolto la proposta avanzata dai comuni di trattenere la quota Imu riservata allo Stato, ritenendola una risposta rapida e veloce. Bene allora estendere questa soluzione a tutti i territori della Liguria colpiti dai danni: è in queste decisione che si misura la reale credibilità delle istituzioni centrali. Il Governo avvii al più presto le procedure necessarie per confermare e determinare questo percorso”, ha concluso Pastorino.

Questo il commento di Andrea Costa (Liguria Popolare): “Oggi in consiglio regionale abbiamo approvato alcuni ordini del giorno a cui tengo molto. Il primo riguarda la possibilità per i comuni liguri colpiti dal maltempo di trattenere la quota Imu riservata allo Stato. Questo provvedimento molto importante assicurerebbe ai comuni risorse immediate per far fronte ai numerosi danni. Una misura di buon senso per aiutare tante piccole realtà in maniera più efficace e meno onerosa per lo Stato”.

E la richiesta è stata tradotta in un’interrogazione presentata in Commissione al ministro dell’Economia e delle Finanze dalla deputata del Pd Raffaella Paita, che ha dichiarato: “Lo Stato intervenga a favore dei Comuni liguri colpiti dalla straordinaria ondata di maltempo, che ha causa danni per svariati milioni di euro. Diversi amministratori locali hanno evidenziato una serie di criticità legate al cosiddetto patto di stabilità interno, che impedisce di fatto l’utilizzo di risorse che potrebbero essere utilizzate immediatamente. Inoltre, in molti casi, si tratta di comuni nei quali vi è una incidenza molto rilevante di seconde case, sulle quali lo Stato incassa il 65 per cento dell’Imu pagata dai cittadini. Chiediamo quindi al governo di sospendere temporaneamente per i comuni colpiti dal maltempo il patto di stabilità e consentire loro di usare le risorse provenienti dall’Imu per la quota parte destinata allo Stato. Un principio di flessibilità sarebbe utile in questa fase per dare sollievo a territori duramente provati dal maltempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.