IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace, il vertice in Prefettura: “Subito il commissario, garanzie su produzione e stipendi” fotogallery video

Il documento programmatico di sindaci e Provincia consegnato al prefetto, giovedì il faccia a faccia con l'azienda

Agg. ore 16.15: Questa mattina il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, raccogliendo e condividendo le richieste dei sindacati e considerando l’urgenza della vertenza, ha chiesto formalmente al ministero dello sviluppo economico di anticipare il tavolo su Piaggio Aerospace, inizialmente previsto per venerdì 7 dicembre a Roma.

Sciopero piaggio

Villanova d’Albenga. Anticipare l’incontro al Mise, fissato per il prossimo 7 dicembre, per giovedì è stato invece convocato l’incontro all’Unione Industriali con l’azienda per discutere delle questioni operative urgenti (stipendi in primis) ed infine arrivare alla nomina del commissario o dei commissari entro il 30 novembre, oltre alla verifica dei tempi con il Tribunale di Savona per la procedura di amministrazione straordinaria. Questo l’esito del faccia a faccia in Prefettura a Savona con le delegazioni sindacali di Piaggio Aerospace, dopo lo sciopero e il corteo di questa mattina a Savona, che ha visto oltre 1000 partecipanti e la presenza di 26 sindaci del territorio affiancati dal presidente della Provincia di Savona, da consiglieri regionali e da molti consiglieri comunali.

“La data della nomina del commissario o dei commissari è molto più importante dell’incontro al Mise, in quanto ad oggi il Cda non può operare su nessun contratto” ha detto a chiare lettere il segretario provinciale della Cgil savonese Andrea Pasa, ricordando la scadenza impellente, a fine mese, sui contratti riguardanti i motori. “L’insediamento dei commissari o del commissario è essenziale per assicurare la continuità aziendale e lavorativa”.

“Non possiamo più aspettare, abbiamo bisogno di azioni concrete per dare quella continuità a lungo termine definita al tavolo ministeriale: è necessario anticipare l’incontro del 7 dicembre al Mise”, ha spiegato Simone Pesce, segretario confederale Cisl Imperia- Savona. “È importante che i lavoratori diretti e dell’indotto ricevano le risposte positive che da troppo attendono e meritano. È assurdo che un’azienda ad alto contenuto tecnologico, considerata strategica per l’intero Paese e con capacità produttiva e potenziali clienti rischi il proprio futuro. Occorrono risposte urgenti”, ha sottolineato Christian Venzano, segreteria regionale Fim-Cisl.

Il prefetto incontrerà il presidente del Tribunale di Savona sulla procedura di amministrazione straordinaria, in attesa che possa arrivare una risposta dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Intanto i 26 sindaci hanno consegnato un documento al prefetto ribandendo i punti sollecitati dalle organizzazioni sindacali: la nomina del commissario o dei commissari per la gestione dell’amministrazione straordinaria; nelle linee programmatiche e gestionali del mandato deve essere garantito il mantenimento delle lavorazioni in essere, la salvaguardia dei livelli occupazionali, l’organizzazione e la struttura aziendale presso lo stabilimento di Villanova d’Albenga, quello di Sestri Ponente e quello Laerh, come previsto nell’accordo di programma del 2014.

I sindaci hanno chiesto che venga garantito un costante confronto, contatto e flusso di informazioni con le istituzioni territoriali e le rappresentanze dei lavoratori.

Per il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri e gli amministratori locali questi punti rappresentano elementi fondamentali ed imprescindibili per garantire la sussistenza e permanenza sul territorio di Villanova d’Albenga dell’azienda Piaggio Areo Industries, che rappresenta primaria ed imprescindibile realtà occupazionale, centro di un polo che per l’impiego diretto e quello dell’indotto non può venire a mancare nel sistema produttivo territoriale comprensoriale e provinciale.

Evidenziando un grave rischio sociale per il territorio savonese in caso di una chiusura dell’azienda, il numero uno di Palazzo Nervi ha inoltre annunciato che il documento consegnato questa mattina al Prefetto sarà anche trasmesso in forma di ordine del giorno in Regione Liguria.

La diretta di IVG.it:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.