IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - Polisportiva del Finale A.S.D.

Informazione Pubblicitaria

Ottima prestazione delle Furie Azzurre del baseball in Francia foto

I Cubs di Albissola e Finale, insieme ai Rebels di Avigliana, hanno preso parte alla Cavigal's Cup di Nizza

Finale Ligure. Hanno organizzato una vera e propria spedizione i Cubs di Albissola e Finale, uniti per l’occasione ai Rebels di Avigliana, per disputare la Cavigal’s Cup, il prestigioso trofeo internazionale di baseball Under 15, svoltosi a Nizza in Francia lo scorso fine settimana.

Alla squadra ligure, formata in gran parte dai ragazzi reduci dai trionfi della stagione passata in Under 12 e ora “saliti” nella categoria superiore, si è unita la titolata compagine piemontese dei Rebels, arrivata a un soffio dallo scudetto nazionale Under 15.

Il team azzurro, come il colore delle casacche di entrambe le squadre, è stato guidato dagli esperti coach Luca Costa e Paolo Murgia, di Avigliana, coadiuvati dai dirigenti savonesi Luciano Pescarolo e Marianna Battaglieri.

“Siamo un gruppo di amici appassionati dello stesso sport” si presenta così, Paolo Murgia di Avigliana, tecnico piemontese e da sempre frequentatore della Riviera ligure, “cui è stato insegnato ad essere una squadra, a essere atleti. Con valori etici e sportivi che siamo riusciti a trasmettere ai nostri ragazzi, raccogliendo molte soddisfazioni soprattutto quest’anno”.

La squadra italiana, dopo aver regolato i pari età di Marsiglia il sabato, per 5 a 1, grazie alle battute dei forti aviglianesi Alessio Michele (poi eletto miglior gjocatore del torneo) e Mattia Bonavero, e con una maiuscola prestazione sul monte di lancio del finalese Manuel Pescarolo (poi premiato come miglior lanciatore), ha sconfitto anche la squadra padrone di casa dei Nizza Cavigal’s, con un rotondo 14 a 4.

In entrambe le partite, sono state determinanti le giocate sul campo interno, dove gli esperti aviglianesi Riccardo Murgia, dietro il piatto, Massimiliano Re, Massimiliano Tragni, Alessio Michele e Stefano Costa, coadiuvati dal savonese Cesar Isetta, hanno saputo imbrigliare le mazze avversarie, senza mai impensierire i sostenitori italiani giunti in gran numero in Costa Azzurra.

“Amici e familiari dei ragazzi sono giunti a Nizza con ogni mezzo” dice Luciano Pescarolo, dirigente del team ligure “nonostante la protesta dei gilet gialli contro l’aumento delle tasse che ha paralizzato la Francia. I sostenitori delle Furie Azzurre, questo il nome della squadra per l’occasione, sono stati ben ripagati con partite spettacolari e belle giocate, in un contesto sportivo magnifico, quello di Nizza, dove siamo stati accolti con grande amicizia e cortesia”.

Gran parte degli atleti ha partecipato allo spettacolare intermezzo di sabato dell’Home Run Derby, una competizione fra i più forti battitori di tutte le squadre, che è stata appannaggio, manco a dirlo, degli Azzurri Davide Calcagno e Manuele Pescarolo, a pari merito, con ugual numero di fuoricampo realizzati.

Nella terza partita, quella contro la forte squadra di Tolone-Gapeau, i Renards de la Vallée, complice un errore difensivo che ha portato i francesi in vantaggio di tre punti, la squadra italiana ha subìto una sconfitta con un piccolo scarto, che però non le ha impedito di qualificarsi per il successivo incontro di finale.

Si sono così messi in evidenza i liguri, Davide Calcagno, autore di una spettacolare presa al volo sul campo esterno, Benedetto Fiaschi, Amad Hossain, Alessandro Arzani, Davide Iollo, Lorenzo Oddone, Leonardo Bremi, quest’ultimo, classe 2007, il più giovane giocatore del torneo.

“Abbiamo scelto di far giocare tutti i ragazzi” dice Luca Costa, coach piemontese facente parte dello staff tecnico della nazionale giovanile, “senza curare eccessivamente il risultato finale. Ma anche quelli con minore esperienza sono riusciti ad esprimere il massimo impegno, dimostrando ottime potenzialità e, in alcuni casi, un buon talento”.

Alla fine del lungo fine settimana, ormai all’imbrunire, si è quindi disputata la finale fra le due squadre meglio classificate, le Furie Azzurre e i Renards, dove questi ultimi, nonostante le ottime prestazioni di Manuel Pescarolo, sul monte, e di Alessio Michele, in campo interno, oltre ai soliti Stefano Costa e Riccardo Murgia, sono riusciti a prevalere sugli italiani con il minimo scarto di due punti.

“Sono stati due giorni intensi” dice Marianna Battaglieri, dirigente dei savonesi “dove, grazie a Luca Costa e Paolo Murgia in primo luogo e all’impegno di tutti i ragazzi, che hanno subito fatto amicizia, abbiamo fatto tesoro di un’esperienza molto preziosa per il futuro”.

Dall’esperienza comune in Francia fra il sodalizio ligure e quello piemontese è nato un progetto di collaborazione che comprenderà periodi di preparazione comune in Liguria nella stagione fredda da parte di tutte le squadre, grazie alle più favorevoli condizioni meteorologiche della Riviera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.