IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Molestie ad una bimba di 10 anni in spiaggia: 46enne condannato

In manette è finito un cittadino marocchino irregolare in Italia: l'uomo era stato sorpreso dalla mamma della piccola mentre le dava un bacio sulla guancia

Più informazioni su

Riviera. Un anno e quattro mesi di reclusione con il rito abbreviato. E’ la condanna inflitta al quarantaseienne che, nel giugno scorso, era finito in manette con l’accusa di violenza sessuale per aver molestato una bimba di dieci anni sulla spiaggia.

L’uomo, un cittadino marocchino, irregolare in Italia, era stato arrestato dai carabinieri allertati dalla mamma della piccola. Secondo quanto ricostruito dai militari, le molestie erano avvenute in riva al mare, in una spiaggia libera del ponente savonese: il nordafricano (che aveva una serie di precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio ed era anche già stato espulso dall’Italia nel 2012) si era avvicinato ad una donna e ai suoi figli con la scusa di voler vendere qualcosa, ma lei aveva rifiutato.

A quel punto il marocchino sembrava essersi allontanato, ma in realtà si era fermato non lontano dai due due bambini che giocavano sulla battigia. Quando quella di dieci anni si era allontanata dalla mamma per raccogliere alcuni sassolini colorati, l’uomo l’aveva afferrata e avvicinata a sè contro la sua volontà per baciarla sulla guancia. Fortunatamente l’immediata reazione della donna, che aveva iniziato ad urlare, lo aveva convinto ha liberare la piccola dal suo “abbraccio”.

L’immediato intervento degli uomini dell’Arma aveva permesso di bloccare subito l’autore delle molestie che, in accordo con il pm di turno Cristiana Buttiglione, era finito appunto in manette per violenza sessuale.

Questa mattina, durante la discussione dell’abbreviato, il difensore (che impugnerà la sentenza in Appello) dello straniero ha sostenuto che il reato poteva essere derubricato in violenza privata, ma il giudice ha deciso di confermare l’ipotesi di reato iniziale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.