IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Metti una sera a cena” a Ceriale: il centrodestra di Albenga si spacca e nasce una corrente alternativa?

Al tavolo: Nucera, Distilo, Maccarone, Pollio, Cangialosi, Chirivì e Schneck. E il saluto di Melgrati

Albenga. “Metti una sera a cena” è il titolo di uno storico film, ma anche la sintesi perfetta di quanto accaduto martedì sera a Ceriale, che potrebbe aprire nuovi e inaspettati scenari all’ombra, però, delle torri di Albenga.

Ebbene sì perché proprio in un noto ristorante cerialese si è svolta una cena, di certo in amicizia, ma che, viste le personalità coinvolte, non può non far pensare ad un possibile, primo abboccamento in vista delle elezioni amministrative 2019.

Una tavolata, secondo quanto riferito dai ben informati, alla quale erano seduti, tra gli altri: Massimiliano Nucera, Diego Distilo (recentemente candidato anche nella stessa Ceriale), Roberto Schneck, Silvio Cangialosi, Gianni Pollio e Antonino Maccarone, tutti da sempre storicamente legati a idee e schieramenti di centrodestra (fecero parte dell’amministrazione Guarnieri), ma accomunati anche, ognuno per versi diversi, da vecchie ruggini e dissapori con l’ex sindaco Rosy Guarnieri e con gli attuali componenti del centrodestra albenganese, al momento “guidato” da Cristina Porro (Lega) e Eraldo Ciangherotti (Forza Italia).

Al tavolo, inoltre, era presente l’avvocato Alessandro Chirivì e pare, sempre stando alle indiscrezioni, che anche il sindaco di Alassio Marco Melgrati sia intervenuto nel corso della cena, ufficialmente “solo per un saluto”. Ma gli elementi comuni in termini politici e gli screzi con i componenti dell’attuale centrodestra, fanno pensare ad una sorta di primo incontro “esplorativo”, magari per valutare la possibilità di creare una lista sempre di estrazione di centrodestra, ma che non si identificherebbe con i partiti tradizionali (Lega e Forza Italia).

Un’ipotesi che porterebbe dunque nuovamente ad un centrodestra “diviso” in vista di una tornata elettorale, come accaduto di recente. Proprio una manciata di mesi fa, il centrodestra si è “diviso” a Imperia, dove ha vinto Claudio Scajola, ma anche ad Alassio, dove a trionfare è stato proprio Marco Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.