IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maratona di New York: al via anche tanti savonesi, tra chi punta ai primi 1000 e chi a correre 12 gare in un anno fotogallery

Il nome più "celebre" è quello di Maurizio Scaramuzza, assessore allo Sport di Savona, ma i savonesi sono tanti e ognuno ha la sua storia

New York. Chi ama la corsa lo sa: la maratona di New York è uno degli eventi podistici più attesi della stagione. La celebre gara, anche quest’anno, vedrà alla partenza un nutrito gruppo di savonesi, tra cui una delegazione di runners della Podistica Savonese.

maratona new york

Il corridore più “celebre” dalle nostre parti sarà senza dubbio Maurizio Scaramuzza, assessore allo Sport del Comune di Savona e da anni tesserato con la compagine che ha sede nello stadio Chittolina di Vado Ligure. Scaramuzza è alla sua terza partecipazione. Con lui a indossare la divisa della Podistica Savonese saranno Filippo Scaramelli, Alessio Bozano e Paula Donka. L’obiettivo di Bozano sarà quello di entrare nei primi 1000 classificati: top runner della Podistica, lo scorso anno si è classificato 11esimo assoluto alla 100 km del Passatore. Scaramelli invece insegue un personalissimo record: quella di oggi sarà l’ottava maratona corsa nel 2018, il sogno è arrivare a farne 12 in un anno.

Un altro nome “noto” sarà quello di Maurizio Romeo, nato a Pietra Ligure e residente oggi a Genova. Nel suo caso la partecipazione di oggi alla corsa annuale di 42.195 metri, che si sviluppa per i cinque distretti di Staten Island, Brooklyn, Bronx, Queens e Manhattan, è legata a una scelta di vita: una promessa fatta dopo aver scoperto, 12 anni fa, di avere un tumore del sangue. Romeo decise di combattere e vincere la propria battaglia contro il linfoma e, successivamente, di correre per raccogliere fondi a favore della ricerca contro il cancro.

maurizio romeo

Dopo varie maratone in Italia, oggi per la prima volta l’esperienza della New York Marathon. Senza dimenticare da dove è partito: anche oggi, come in occasione delle altre maratone, correre rasato per ricordare il periodo delle terapie. Al nastro di partenza anche un altro pietrese, Vincenzo Iannuzzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.