IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il mandolinista savonese Carlo Aonzo torna protagonista nella Penisola Sorrentina

Il Campus da lui diretto fa nuovamente tappa a Sant’Agnello, culla di musica, storia e tradizioni

Savona. La Penisola Sorrentina e la musica, quella dedicata a chitarra e mandolino in particolare, sono frutto di un legame antico e indissolubile. Un legame così forte per cui l’edizione 2018 dell’Accademia Invernale di Mandolino e Chitarra tornerà a svolgersi a poca distanza dalle strette viuzze e dai caffè storici del centro, nei saloni di Villa Crawford, a Sant’Agnello di Sorrento, dal 26 al 30 dicembre.

“Sulla costa a strapiombo sul mare, poggiata su enormi bastioni che sorgono dall’acqua, si ammira la stupenda villa che fu dello scrittore americano Francis Marion Crawford, il quale scelse di vivere a Sant’Agnello dal 1885, – hanno dichiarato gli organizzatori. – Questo piccolo centro della costiera sorrentina, da sempre sensibile alla cultura, è caratterizzato da un paesaggio che sconfina tra mare e montagna, circondato da estese terrazze di agrumi e di ulivi”.

L’Accademia vanta la direzione artistica di Carlo Aonzo, mandolinista savonese di fama internazionale, si è affermato tra i principali divulgatori del mandolino classico italiano. Docenti di consolidata fama e di pluriennale esperienza didattica guideranno i corsisti attraverso un programma consono al proprio livello di apprendimento.

Ad affiancare il direttore artistico Aonzo, Michele De Martino, professore di mandolino nei licei e conservatori, ha collaborato con il Teatro dell’opera di Roma, il Maggio Musicale Fiorentino, il teatro Verdi di Salerno, il Teatro lirico di Cagliari, Janacek di Praga etc. e con direttori quali Muti, Metha, Oren. La mandolinista Carla Senese diplomata con lode in mandolino nel 2007 e laureata in musica da camera presso il conservatorio di Napoli è membro del quartetto a plettro “MelisMandolin”, formazione nata con l’obiettivo di divulgare e valorizzare la musica per mandolino, con una particolare attenzione per i compositori napoletani contemporanei.

Gli studenti di chitarra verranno invece seguiti da Roberto Margaritella, docente e concertista diplomato in Chitarra Romantica e Chitarra Flamenca e vincitore del primo premio al Concorso chitarristico “Pasquale Taraffo” di Genova, e dal chitarrista e docente Riccardo Del Prete con il quale si chiude il cerchio dei docenti; definito dal compositore francese Roland Dyens “…talentuoso artista…”, Del Prete è studioso delle opere per chitarra di Niccolò Paganini di cui ha curato per la casa editrice Ut Orpheus i Ghiribizzi (2014) e le 37 Sonate, di prossima pubblicazione.

“Il campus, – hanno spiegato, – apre le porte ad un pubblico eterogeneo e internazionale: studenti di Conservatorio, insegnanti, solisti, concertisti, tenendo conto anche dei novizi, sempre più numerosi e in cerca di una nuova chiave di lettura”.

La Villa si animerà di innumerevoli attività dai workshop, ai concerti, mentre le storiche mura risuoneranno delle ore di lezione dedicate agli ensemble, alle lezioni individuali e ai concerti.  Ciascuno degli allievi presenti potrà contribuire a fare la differenza nel Concerto Finale; un evento speciale a Grand’Orchestra con un repertorio filologico frutto di una ricerca tra composizioni originali di ispirazione natalizia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.