IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frecciargento, Toti e Berrino al Pd: “Nessuna lezione da chi ha lasciato alla Liguria i mezzi più vecchi d’Italia”

"Il collegamento con Roma non solo resta, ma raddoppia le fermate. Trenitalia potenzia i servizi Frecciargento"

Regione. “Sul fronte trasporti non accettiamo lezioni dal Pd, che non solo ha governato questa regione per 10 anni senza preoccuparsi minimamente né del parco mezzi né del problema dell’isolamento della Liguria, ma diffonde fake news: sostenere che la Liguria abbia perso un collegamento per Roma è falso. Di fatto, le stazioni raddoppiano, perché il Frecciargento in partenza da Principe farà scalo non solo a Roma Tiburtina, ma anche nella strategica fermata di Fiumicino, che serve l’aeroporto della Capitale. Da domenica 9 dicembre infatti Frecciargento Genova-Roma sarà effettuato con un Etr 600, treno di ultima generazione, che migliorerà comfort, affidabilità e puntualità e permetterà di raggiungere la Capitale in 3 ore e 37 minuti. In più fermerà nella stazione di Roma Tiburtina, hub romano dell’alta velocità, dove è possibile un facile interscambio con la rete ferroviaria laziale e nazionale e con la metropolitana”.

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore ai trasporti Gianni Berrino rispondono così agli attacchi sul trasporto ferroviario: “Trenitalia ha collaborato strettamente con Regione Liguria per offrire servizi sempre migliori, in particolare dopo il tragico crollo del ponte Morandi: dopo il 14 agosto c’è stata l’immediata attivazione di 46 treni in più nel nodo di Genova rispetto all’offerta programmata, e da settembre 18 collegamenti tra feriali e festivi tra Savona, Genova e Sestri Levante, tuttora attivi.
Anche l’offerta InterCity è stata incrementata per supportare la mobilità da e per il territorio ligure con oltre 25mila posti in più offerti fino alla prima settimana di novembre”.

“Inoltre – proseguono Toti e Berrino – quando ci siamo insediati abbiamo trovato il parco mezzi assolutamente antiquato, il più vecchio d’Italia. Da allora il nostro lavoro è stato costante proprio per rinnovarlo e fornire a turisti e pendolari un servizio degno di una regione strategica come la Liguria. Ne sono la prova i nuovi treni Jazz entrati in servizio: entro il 2023, quando saranno in circolazione tutti i 45 nuovi mezzi, l’età media dei treni circolanti in Liguria sarà di 4,6 anni”.

“Oltre a questo – aggiungono Toti e Berrino – il collegamento Genova-Roma e quello Genova-Venezia sono stati introdotti da questa amministrazione, dando un segnale chiaro di volontà di interruzione dell’isolamento della Liguria dal resto del Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.