IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondo promozione lettura, 8000 euro per il sistema bibliotecario della Val Varatella e 5500 per Alassio

Sono le uniche due realtà liguri ad aver ottenuto un finanziamento nell'ambito di un bando nazionale del Mibac

Ponente. Più di ottomila euro per il sistema bibliotecario della Val Varatella, di cui fanno parte i Comuni di Borghetto Santo Spirito (capofila), Toirano, Balestrino e Boissano; quasi 5.500 per la biblioteca di Alassio. Sono le uniche due realtà liguri che hanno ottenuto un finanziamento nell’ambito di un bando nazionale del Mibac per i sistemi bibliotecari.

Quello della Val Varatella, in particolare, dal “Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario” ha ottenuto 8.082 euro. “Una cosa che ci riempie di soddisfazione – è il commento del sindaco di Borghetto Santo Spirito, Giancarlo Canepa – anzi devo ammettere che mi ha lasciato un pochino di stucco perché molti dei Comuni che si sono aggiudicati il bando sono capoluoghi di provincia. Tra l’altro il nostro sistema bibliotecario si è aggiudicato una cifra alta: questa è l’ennesima dimostrazione che si tratta di un’eccellenza assoluta”.

Il sistema bibliotecario della Val Varatella, nato nel 1999, è formato attualmente da quattro biblioteche: Borghetto Santo Spirito, Balestrino, Boissano e Toirano. Chiunque può iscriversi e prendere a prestito i volumi delle singole biblioteche, consultando il catalogo unico informatizzato. Il patrimonio librario disponibile è di quasi 40 mila volumi, in costante aumento grazie ad acquisti e donazioni.

Il secondo Comune ligure ad aver ottenuto i fondi è Alassio, che per il suo sistema bibliotecario urbano riceverà 5.490 euro: “Sono molto contento – commenta il primo cittadino Marco Melgrati – è merito delle tante iniziative di qualità della nostra biblioteca. Penso ad esempio a ‘Nati per Leggere’, un progetto nato per fornire ai genitori uno strumento prezioso per  consolidare un legame indissolubile con il proprio bambino. Come genitore, anche se ormai i miei figli sono grandi, non posso che plaudere a questo genere di iniziative che attraverso incontri, mostre, momenti di confronto e ovviamente di lettura contribuiscono ad unire un nucleo famigliare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.