IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ferrovie, ancora caos per il deragliamento: circolazione ripresa ma forti ritardi

Ecco la situazione dopo il deragliamento di questa mattina, bus sostitutivi e riprogrammazione dei treni: rabbia tra pendolari e viaggiatori

Più informazioni su

Agg. ore 19.10Traffico ferroviario regolare sulla linea Genova-La Spezia e nel nodo di Genova, a seguito dello svio, avvenuto questa mattina, del primo carrello di una vettura di un treno regionale. Proseguono le attività a Santa Margherita Ligure di circa 50 tecnici di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) per lo spostamento della vettura. La presenza dei detriti sui binari, che ha causato lo svio, era dovuta al crollo di un parapetto sovrastante il muro di contenimento della linea ferroviaria. Crollo provocato da abbondanti quantitativi di acqua provenienti da aree non ferroviarie.

Per non interferire con la circolazione ferroviaria, le attività di Trenitalia con carro soccorso saranno completate nel corso della notte. La conclusione di tutti gli interventi è prevista nella prima mattina di domani, 10 novembre 2018. I tecnici di RFI hanno già rimosso i detriti presenti sui binari e terminato la recinzione provvisoria che sostituisce il parapetto sovrastante il muro di contenimento della linea ferroviaria. Il carrello sviato è posizionato su uno dei tre binari della stazione di Santa Margherita Ligure. La circolazione ferroviaria prosegue sugli altri due binari.

Agg. ore 15.50: Sono circa 100 i dipendenti del Gruppo FS Italiane, in aggiunta ai colleghi già in servizio, che dalle prime ore della mattina sono impegnati nel nodo ferroviario di Genova, a seguito dei ritardi registrati alla circolazione ferroviaria, per garantire la mobilità e assistere le persone in viaggio.

I dipendenti delle società operative – Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e Busitalia – sono al lavoro per offrire assistenza e informazioni nelle stazioni e sui treni, ripristinare le condizioni di sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria e integrare o sostituire con autobus i servizi di trasporto.

L’impegno di circa 30 tecnici di Rete Ferroviaria Italiana ha permesso di ripristinare completamente il traffico ferroviario alle 9.25 nella stazione di Genova Piazza Principe, riattivando il binario interessato dallo svio di un mezzo d’opera di una ditta esterna che stava lavorando per conto di RFI.

A Santa Margherita Ligure un movimento franoso ha provocato lo svio del primo carrello di una vettura di un treno regionale. I detriti erano presenti sui binari per il crollo di un parapetto sovrastante il muro di contenimento della linea ferroviaria a causa di abbondanti quantitativi di acqua provenienti da aree non ferroviarie.

Non ci sono stati feriti. I circa 30 viaggiatori del treno interessato hanno proseguito il viaggio in autobus. La circolazione ferroviaria prosegue con allungamenti dei tempi di viaggio fino a 15 minuti.

Nel nodo ferroviario di Genova gli operatori di Trenitalia hanno assistito le persone fornendo informazioni, sia nelle stazioni sia a bordo treno. Sono stati distribuiti kit con generi di conforto ai viaggiatori dei treni maggiormente interessati dai ritardi.

Oltre all’assistenza nelle stazioni e sui treni, circa 10mila viaggiatori Trenitalia sono stati informati costantemente sulla circolazione ferroviaria e su possibili riprogrammazioni dei treni grazie a informazioni push di smartcaring ricevute sui propri smartphone e tablet.

Trenitalia ha inoltre attivato un servizio sostitutivo con sei autobus per i viaggiatori del trasporto regionale e due autobus fra Genova Piazza Principe e Ronco Scrivia per il trasporto a media-lunga percorrenza.

Agg h 12 e 30 È stata potenziata l’assistenza del Gruppo FS Italiane alle persone nel nodo di Genova con 22 ferrovieri in più rispetto a quelli già previsti in servizio.

Linea Genova – La Spezia: ancora rallentata, con ritardi fino a 15 minuti, la circolazione ferroviaria per un movimento franoso nella stazione di Santa Margherita Ligure che ha interessato il regionale 11361 provocando lo svio del primo carrello di una vettura.

Il movimento franoso è stato causato dal crollo di un muro di contenimento che delimita la linea ferroviaria per l eccezionale quantitativo di acqua proveniente da aree non di competenza ferroviaria.

Proseguono i lavoro dei tecnici del Gruppo FS Italiane per ripristinare la piena potenzialità dell’infrastruttura ferroviaria. Riprogrammata l’offerta dei treni.

Liguria. È stata potenziata l’assistenza del Gruppo FS Italiane alle persone nel nodo di Genova con 22 ferrovieri in più rispetto a quelli già previsti in servizio. Ancora a lavoro i tecnici del Gruppo FS Italiane per ripristinare la piena potenzialità dell’infrastruttura ferroviaria danneggiata a seguito della frana che ha interessato questa mattina la linea ferroviaria Genova – La Spezia, provocando il deragliamento del vagone del treno regionale nei pressi della stazione di Santa Margherita.

Ecco la situazione sulla linea Genova – La Spezia: è ripresa, fortemente rallentata con ritardi fino a 60 minuti, la circolazione ferroviaria nella stazione di Santa Margherita Ligure. Il movimento franoso è stato causato dal crollo di un muro di contenimento che delimita la linea ferroviaria per l’abbondante quantitativo di acqua proveniente da aree non di competenza ferroviaria.

In corso la riprogrammazione da parte di Trenitalia a seguito della criticità di questa mattina.

Per quello che riguarda la linea Genova – Ventimiglia: circolazione in progressiva ripresa dopo lo svio di un mezzo d’opera di una ditta esterna a RFI nella stazione di Genova Piazza Principe. Si potranno registrare ulteriori ritardi per effetto della criticità appena conclusa.

Attivato da Trenitalia un servizio su gomma con sette autobus per i viaggiatori del trasporto regionale nel nodo di Genova.

Intanto sale ancora una volta la rabbia dei viaggiatori e dei pendolari, che hanno subito un’altra giornata di pesanti ritardi e soppressione dei convogli: in particolare sui social non mancano ancora una volta commenti al vetriolo sulla situazione dei treni in Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.