IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elisoccorso, via libera dal Consiglio regionale alla proroga di sei mesi con i vigili del fuoco

Approvato all'unanimità l'ordine del consigliere De Ferrari, entro l'anno si attende la nuova convenzione

Più informazioni su

Liguria. Il Gruppo del MoVimento 5 Stelle in Regione, con il consigliere Marco De Ferrari primo firmatario dell’ordine del giorni, esprime soddisfazione per l’impegnativa che ha ricevuto voto favorevole e unanime da tutti i gruppi consiliari in merito al servizio di elisoccorso, che erano stato al centro di aspre polemiche anche politiche.

“La Liguria, che è stata la prima Regione in Italia ad avviare questo tipo di convenzione pubblica, mantenga questo modello, che da 25 anni è un virtuoso esempio, che andrebbe replicato in tutta Italia, ed è la dimostrazione di quale sia l’efficacia della somma di due enti che fanno soccorso sanitario e tecnico e che mettono insieme le loro forze”, spiega De Ferrari.

Il consigliere pentastellato continua ricordando: “Il servizio di elisoccorso ligure funziona, è economico e non va abbandonato. Tutte le risorse risparmiate andrebbero reinvestite in mezzi, attrezzature e assunzioni nei settori della sicurezza e della sanità. E nell’unica accezione a noi cara come MoVimento 5 Stelle sul servizio di elisoccorso: che rimanga completamente pubblico e sociale”.

“Abbiamo chiesto e ottenuto l’importante proroga di sei mesi, utile affinché la Giunta regionale metta in atto tutte le azioni possibili e di competenza per far sì che la decisione di non rinnovare il servizio di elisoccorso sia rivista e si possa avviare un tavolo di confronto e un percorso di condivisione”.

“Il soccorso, assicurato dai vigili del fuoco attraverso i suoi 14 nuclei nazionali e da una componente aerea di 42 elicotteri, è celebre per aver prestato assistenza in qualsiasi scenario terrestre e marittimo, assicurando tempestività e professionalità, trasportando anche personale sanitario composto da medico e infermiere evitando peraltro doppi costi per la collettività. È indubbiamente un esempio unico in Europa e merita tutte le nostre attenzioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.