Tragedia

Corpo senza vita ritrovato nei boschi di Cairo Montenotte: potrebbe essere il fungaiolo scomparso

La salma è stata rinvenuta questa mattina dai soccorritori, ancora impegnati nelle ricerche del fungaiolo disperso

incidente soccorso alpino
Foto d'archivio

Cairo Montenotte. Potrebbe appartenere al 78enne fungaiolo disperso da ieri il corpo senza vita ritrovato questa mattina nei boschi di Cairo Montenotte, nella zona del parco dell’Adelasia.

Il cadavere risulta privo di documenti e perciò al momento non è possibile procedere con un’identificazione certa. Saranno i famigliari dell’anziano a confermare o meno se si tratta effettivamente dell’uomo di cui non si hanno più notizie da ieri.

La salma è stata rinvenuta questa mattina dai soccorritori, ancora impegnati nelle ricerche del fungaiolo disperso.

Nelle scorse ore i vigili del fuoco di Cairo Montenotte e di Savona, le squadre cinofile, i carabinieri forestali e gli uomini del soccorso alpino insieme ai volontari della croce rossa e della protezione civile hanno battuto a tappeto la zona, ma senza individuare alcuna traccia dell’anziano.

Secondo quanto riferito ieri, a dare l’allarme sarebbe stato lo stesso pensionato, che non riuscendo più a ritrovare la strada di casa avrebbe immediatamente chiesto aiuto.

I vigili del fuoco sono riusciti a stabilire un contatto telefonico; tuttavia le vaghe informazioni fornite dall’uomo non sono state sufficienti a rintracciarlo immediatamente e a guidarlo nella giusta direzione. Così la macchina dei soccorsi si è messa immediatamente in moto.  A destare preoccupazione anche le condizioni di salute dell’uomo, che nell’ultima telefonata aveva comunicato di non sentirsi bene.

leggi anche
Soccorso alpino protezione civile ricerche disperso
Lost
Fungaiolo smarrito a Cairo Montenotte, soccorsi mobilitati
cadavere boschi soccorsi
Morto nei boschi
Fungaiolo ritrovato cadavere nei boschi di Cairo: la vittima è Giuseppe Riulfi

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.