IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio regionale, ok a ordine del giorno per la tutela dei lavoratori portuali durante le allerte meteo fotogallery video

Situazioni di pericolo per i marittimi durante il maltempo

Savona/Vado L. È stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno che vede come primi firmatari il capogruppo del Pd in Regione Liguria Giovanni Lunardon e il consigliere Rosso, per la tutela della sicurezza dei lavoratori portuali in caso di allerta meteo.

Il documento è stato presentato dopo quanto accaduto nei porti di Genova e Savona domenica 28 e lunedì 29 ottobre: due giornate di allerta meteo, durante le quali il maltempo ha causato ingenti danni alle strutture portuali e ha messo i lavoratori portuali in situazioni di pericolo sia durante l’attività lavorativa, sia durante gli spostamenti per raggiungere il posto di lavoro o la propria residenza.

“Visto che non esiste una linea comune in merito all’organizzazione del lavoro portuale durante le allerte meteo – precisa Lunardon – è opportuno che venga stipulato tra le istituzioni, gli enti e le parti sociali un protocollo d’intesa, che garantisca la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori del porto”.

L’ordine del giorno impegna il presidente della Giunta ligure a farsi promotore con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, la Direzione Marittima della Liguria, gli operatori portuali e le parti sociali di un protocollo d’intesa che garantisca in maniera omogenea, in tutto l’ambito portuale, la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori in caso di allerta meteo. Garantire la funzionalità del porto è un sacrosanto interesse della comunità genovese e ligure, ma questo deve avvenire mettendo al centro la salute e la sicurezza dei lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.